Giudice arrestato per pornografia minorile: sospeso dal Csm

La sezione disciplinare del CSM ha disposto la sospensione dalle funzioni e dallo stipendio ed il collocamento fuori dal ruolo organico della magistratura del dott. Gaetano Maria Amato, giudice della Corte d’Appello di Reggio Calabria, arrestato dalla polizia di Messina per pornografia minorile, lo scorso 2 ottobre. Amato e’ coinvolto nell’inchiesta della Procura di Trento sulla presunta rete di pedofili sul web.

Il magistrato messinese è sottoposto ad una doppia inchiesta condotta dalle Procure di Messina e Trento.

Condividi




Change privacy settings