Sacco di Fiumedinisi, assolto il sindaco De Luca

Il sindaco di Messina Cateno De Luca è stato assolto anche in appello nel processo che l’ha visto imputato per il cosiddetto Sacco di Fiumedinisi.

De Luca si era professato sin da subito innocente per le accuse formulate dalla Procura di Messina.

Cateno De Luca dovreva rispondere dei reati di abuso d’ufficio e falso, prescritta la tentata concussione. La sentenza riguarda, vicende risalenti agli anni tra il 2004 e il 2010. Nel mirino degli inquirenti i lavori di costruzione di un albergo a Fiumedinisi con centro benessere, ad opera della Dioniso srl.

Oltre all’albergo anche 16 villette e la realizzazione di un muro di contenimento del torrente Fiumedinisi, tutte opere che secondo l’accusa avevano favorito societa’ dell’allora sindaco di Fiumedinisi, Cateno De Luca. Le indagini erano partite a seguito di un esposto e avevano portato all’arresto di De Luca nel giugno del 2011.

Con l’assoluzione De Luca rimane sindaco perche’ non e’ stato condannato per i reati per i quali si applica la legge Severino.

Condividi