Prima Categoria, Fabio Renzo team manager del neopromosso Fiumedinisi

redsport

Prima Categoria, Fabio Renzo team manager del neopromosso Fiumedinisi

lunedì 10 Giugno 2019 - 16:57
Prima Categoria, Fabio Renzo team manager del neopromosso Fiumedinisi

Appena il tempo di calare il sipario sulla stagione 2018/2019 – con un pranzo a base di prodotti tipici locali offerto ai calciatori con i loro familiari, allo staff tecnico, ai dirigenti ed alcuni sostenitori – ed ecco che l’ASD Fiumedinisi  si è subito rimessa in moto in vista del debutto assoluto nel torneo calcistico di Prima Categoria siciliana.

Confermatissimi, a furor di popolo, il mister Matteo Frazzica, il preparatore atletico Massimo Spadaro e il direttore sportivo Antonio Coledi. Tre nomi che già parlano da soli, almeno per chi ne capisce di calcio dilettantistico messinese.

A dar loro manforte, in qualità di “team manager“, sarà Fabio Renzo, 43enne messinese possesso del patentino UEFA B e forte di un’esperienza ultraventennale nel mondo del calcio: tra le tappe principali del suo cuuriculum la Juniores del Camaro, i Giovanissimi del Città di Messina, tre stagioni (2012-2015) nel settore giovanile dell’Acr Messina (con la vittoria del titolo Regionale Allievi e la partecipazione alle FinalEight di Chianciano Terme con gli Allievi Nazionali) e, nel 2017/2018, il Settore Giovanile della Valdinisi Calcio.

Obiettivo del Fiumedinisi sarà il mantenimento della Prima Categoria. I giallorossi dovranno però sostituire, non senza rammarico, due pedine importanti come il portiere Marco Papale ed il bomber Tomas Crementi, entrambi non più disponibili per motivi di lavoro. Pertanto sono stati avviati i contatti con due pari ruolo destinati a sostituirli.

Per il resto, il Presidente Caminiti e la dirigenza tutta hanno già inoltrato richiesta all’amministrazione comunale di Roccalumera la necessaria istanza, al fine di continuare a disporre del campo Comunale di Via Collegio per allenamenti e gare interne.

Nella foto, da sinistra Fabio Renzo, Matteo Frazzica e Antonio Coledi