Agricoltura, truffa Fondi UE: indagati nel messinese

Ricostruita l’attivita’ “di un gruppo affaristico-criminale – sottolineano le fiamme gialle – che si e’ avvalso della complicita’ dei funzionari di 11 Centri di assistenza agricola” disseminati in diverse parti della Sicilia: Lentini (Siracusa); Caltagirone, Catania, Cesaro’ (MESSINA), Niscemi (Caltanissetta), Ragusa ed Enna. I Centri non controllavano le domande presentate per l’ottenimento dei contributi e “attestavano falsamente” la loro regolarita’. Il sistema, secondo il racconto degli investigatori, partiva dall’individuazione delle particelle catastali di terreni che non erano ancora state utilizzate per ottenere contributi. La seconda fase prevedeva la riproduzione di contratti d’affitto o di comodato d’uso fittizi che indicavano come controparte persone del tutto ignare e, in alcuni casi, perfino decedute, o anche dei prestanome. Il sequestro di oggi rientra nel filone di due precedenti indagini, denominate ‘Terra bruciata’ e ‘Reaping’, che nel 2014 e 2015 portarono all’esecuzione di misure cautelari per 22 indagati. (

Condividi




Change privacy settings