Inquinamento ex discarica Portella Arena, assolti Buzzanca e due dirigenti

Il Tribunale di Messina ha assolto l’ex sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca e i dirigenti di Palazzo Zanca, Vincenzo Schiera e Salvatore Saglimbeni, finiti sotto processo per il presunto inquinamento del torrente Pace a seguito della fuoriuscita di percolato dall’ex discarica di Portella Arena.

I reati contestati dalla pubblica accusa rappresentata dal Roberta La Speme erano di omissioni d’atti d’ufficio, getto di materiale pericoloso e danneggiamento. Il pubblico ministero aveva chiesto un anno e tre mesi, ma il Tribunale ha assolto l’ex sindaco di Messina e i due dirigenti.

I fatti si riferiscono al 2011, allorquando la Procura di Messina aprì un’inchiesta per la fuoriuscita di percolato dalla discarica di Portella Arena, che l’amministrazione avrebbe dovuto mettere in sicurezza secondo l’accusa. Il percolato si sarebbe infiltrato nel terreno provocando l’inquinamento del Torrente Pace.

Il giudici hanno accolto la tesi difensiva dei legali degli imputati. Buzzanca è stato difeso dagli avvocati Tommaso Autru Ryolo e Marcello Scurria, Saglimbeni da Nino Favazzo e Schiera da Nino Parisi e Massimiliano Pantano.

Condividi