Salta la proroga dei rettori, Limosani: “Adesso urge un calendario delle elezioni”

redstage

Salta la proroga dei rettori, Limosani: “Adesso urge un calendario delle elezioni”

venerdì 22 Settembre 2023 - 09:32

Con il venir meno dell’ipotesi della proroga degli attuali rettori delle università italiane, il professor Michele Limosani, direttore del Dipartimento di Economia e candidato alla carica di rettore dell’Università di Messina, chiede adesso date certe per le prossime elezioni, così da poter avviare finalmente un confronto con la professoressa Giovanna Spatari, l’altra candidata nella competizione elettorale che ricopre attualmente il ruolo di prorettrice dell’Ateneo peloritano.

“La risposta della Ministra Bernini a un’interrogazione parlamentare presentata per ottenere chiarezza su un’eventuale proroga del mandato dei Rettori in scadenza, mette a mio avviso un punto definitivo su questa vicenda. – dichiara il professor Limosani – La Ministra ha detto di non avere ricevuto alcuna proposta a riguardo e che, in ogni caso, un provvedimento di questo tipo passerebbe da un iter parlamentare (e, quindi, avrebbe tempi particolarmente lunghi che andrebbero ben oltre il 2024).

“In sostanza, abbiamo appreso direttamente dalle parole della Ministra che la proroga non ci sarà e che non sono previste novità in tal senso a breve e medio termine. Preso atto di ciò, ribadisco la mia richiesta affinché vengano date certezze alla comunità accademica circa i tempi della presentazione dei programmi e del voto per eleggere il nuovo Rettore. Ciò che conta, nell’interesse della nostra comunità, è avere un calendario, fissare le scadenze e avviare il confronto tra candidati in forma ufficiale.

“Mi auguro che anche la prof.ssa Giovanna Spatari, la quale ha ufficializzato la propria candidatura nelle scorse settimane, condivida questa esigenza e si unisca alla mia richiesta, affinché possano essere garantiti i presupposti per un dibattito democratico ampio e approfondito, consentendo il pieno coinvolgimento di tutta la comunità accademica”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta