Unime, avviate le procedure per il reclutamento di nuovi ricercatori

redstage

Unime, avviate le procedure per il reclutamento di nuovi ricercatori

mercoledì 29 Settembre 2021 - 12:07

Continua l’impegno dell’Ateneo nei confronti dei ricercatori; infatti nel corso dell’ultima riunione, Senato e CdA hanno approvato l’avvio delle procedure – a valere sulle risorse PON “Ricerca e Innovazione” 2014-2020 – per il reclutamento di ulteriori n. 54 Ricercatori a tempo determinato di Tipo A e di n. 15 Ricercatori a tempo determinato di Tipo B. 

Con l’aggiunta di questi nuovi reclutamenti, UniMe nell’ultimo triennio ha bandito concorsi per l’assunzione di 275 ricercatori. Si conferma, così, la particolare attenzione posta in essere dall’Ateneo per rafforzare il sistema della ricerca (come testimoniato da alcuni ranking e dai relativi indicatori) e della didattica, attraverso il continuo reclutamento che ha rinnovato e rafforzato il corpo docente universitario.

Sul fronte dell’internazionalizzazione, saranno n. 33 i Visiting Professor e Researcher che, nel corso dell’anno accademico, svolgeranno – grazie all’apposito finanziamento messo a disposizione dall’Ateneo – attività di ricerca e didattica presso l’Università peloritana. I Visiting Professor saranno n. 22, mentre saranno n. 11 i Visiting Researcher di varie nazionalità.

Nell’ambito dei Percorsi di Sostegno V ciclo a.a. 2019-2020 è stato espresso parere favorevole per il rimborso della II rata della tassa di iscrizione, pari ad euro 1.700 euro, pagata da coloro che hanno concluso il V ciclo dei Percorsi di Sostegno con il conseguimento del titolo e, all’atto dell’iscrizione, abbiano certificato online una condizione di invalidità riconosciuta, in misura pari o superiore al 66%.

In relazione alla politica volta al sostegno economico di studenti, specializzandi e dottorandi è stata deliberata l’istituzione del Rimborso spese fitto casa (fino ad un massimo di 1.000 euro a persona per anno accademico, in base alle quietanze presentate) a favore di dottorandi e specializzandi dell’Ateneo, fuorisede e non assegnatari di borsa che siano in possesso di determinati requisiti fra i quali la regolare iscrizione per lo svolgimento dell’a.a. 2020-2021.

Infine, è stato autorizzato l’incremento delle risorse stanziate su Fondo giovani a copertura delle borse di mobilità per tutte le candidature giudicate “idonee ma non finanziate” (20 in totale) nell’ambito della graduatoria del bando Students Around the World (SAW) 2021, nella misura massima stimata di 110 mila e 910 euro.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta