Paolo La Paglia, l'inadeguato…

Redazione

Paolo La Paglia, l'inadeguato…

lunedì 14 Dicembre 2020 - 10:12

Che sia inadeguato al ruolo non lo dice solo la Uil, lo dicono i fatti. Lo dice la gente. Paolo La Paglia, direttore generale dell’Asp di Messina, è finito al centro del gorgo mediatico per via della sua inadeguatezza nella gestione dell’emergenza Covid. Il caso del Reparto fantasma all’ospedale di Barcellona è solo l’ultima delle disfunzioni di un’azienda sanitaria incapace di gestire l’emergenza sanitaria.

L’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, non ha speso una sola parola in difesa del “suo” manager che tenta difendersi rilasciando interviste solo alla stampa “amica”, mentre a La7 ha preferito non rilasciare dichiarazioni per la trasmissione di Giletti, sulla vicenda del Reparto di Rianimazione di Barcellona Pozzo di Gotto che a quanto pare esistente solo sulla carta con dieci posti letto.

Uil e Uil-Fpl da tempo battagliano contro il manager – chiedendo legittimamente la nomina di un Commissario per l’emergenza Covid –  che ha dimostrato fino ad oggi di trovarsi a suo agio quando c’è da battagliare. E mentre la gente muore di Covid o viene “rinchiusa” in casa perché l’Usca non rilascia le liberatori per fine quarantena, il buon La Paglia trova il tempo per ingaggiare un corpo a corpo con il segretario generale della Uil-Fpl di Messina, Pippo Calapai, al quale in una nota inviata alla stampa augura “Buone feste da trascorrere con i nipotini”.

Una frase di una gravità inaudita che la dice lunga sullo stato confusionale in cui versa il manager dell’Asp, abbandonato al suo destino dall’assessore Razza. Le critiche provenienti da dirigenti sindacali seri, non da sindacalisti che di giorno fanno sindacato mentre la notte si aggirano nelle segrete stanze della politica per negoziare posti di lavoro per familiari, sono il sale della democrazia e come tali devono essere considerate.

Il dott. La Paglia, assurgendo al ruolo del politico, si fionda nella rissa usando il mezzo delle “comunicazioni stampa” (metodo per aggirare la legge 150/2000), per difendere il proprio operato. Cosa significa “Sono orgoglioso di essere inadeguato”? Perché il direttore generale dell’Asp non fornisce risposte sul suo operato? Domande alle quali La Paglia dovrebbe dare delle risposte…