Vertenza Giornale di Sicilia, la Triplice in difesa dell’informazione

“E’ di fondamentale importanza tutelare l’informazione, la storia del Giornale di Sicilia ma soprattutto il lavoro svolto sino ad oggi dai suoi giornalisti evitando adesso la macelleria sociale”.

Così Cgil, Cisl e Uil Sicilia, guidate da Alfio Mannino, Sebastiano Cappuccio e Claudio Barone, che hanno deciso di intervenire sulla complessa vertenza con l’editore che intende portare un piano di riduzione dell’orario di lavoro tale da portare a 17 esuberi su un organico di 34 giornalisti. E i leader delle organizzazioni continuano: “Il governo Musumeci ha firmato una norma per finanziare l’editoria, è inaccettabile se, anche a fronte di questo aiuto, si sceglie la via dei licenziamenti. Consapevoli della crisi che attanaglia anche questo settore, chiediamo comunque uno sforzo e un piano a difesa dell’informazione e dei lavoratori”.

Condividi




Change privacy settings