“Covid Hospital” a Barcellona, insorge la Uil-Fpl: “Struttura inadeguata, regna la confusione”

Si apprende che l’ospedale di Barcellona sarĂ  a breve convertito in covid Hospital. La scrivente organizzazione sindacale esprime forte preoccupazione per la nuova destinazione del Cutroni Zodda in considerazione delle deficienze, finora sempre denunziate da questa organizzazione sindacale e mai risolte. Così ci troviamo un ‘Covid hospital’ sprovvisto di reperibilitĂ  cardiologica, senza posti letto di terapia intensiva e di terapia sub intensiva e con difficoltĂ  ad eseguire consulenze specialistiche. PiĂą che un hospital covid sarebbe piĂą opportuno qualificare la struttura come ‘Covid ospice’. Quanto si sta verificando non è altro che il risultato di una gestione inadeguata, approssimativa e confusionaria, che purtroppo ricadrĂ , come sempre, sulle spalle degli operatori e dell’utenza“.
Lo scrivono in una nota stampa Pippo Calapai, Corrado Lamanna e Paolo Calabrò, rispettivamente segretario generale, coordinatore provinciale area medica e vice coordinatore provinciale area medica della Uil-Fpl Messina.

Condividi




Change privacy settings