Teatro Antico, stasera spettacolo di beneficenza con la sorpresa di Catena Fiorello

Musica e letteratura si incontreranno questa sera al Teatro Antico di Taormina (10 agosto) per una serata a scopo benefico.¬†L‚Äôevento culturale, organizzato da Demea Eventi Culturali con la collaborazione del Parco Archeologico Naxos Taormina diretto da Gabriella Tigano, vedr√† sul palco Santi Scarcella con il suo live ‚ÄúDa Manhattan a Cefal√Ļ‚ÄĚ ed un salotto letterario con firme importanti del giornalismo e della letteratura italiana. Il mix di musica e cultura, ideato da Antonio Oliveri e presentato da Milena Romeo e Felice Cavallaro, vedr√† anche la partecipazione dell’autrice del momento Stefania Auci, protagonista in classifica con ‚ÄúI Leoni di Sicilia‚ÄĚ e della scrittrice Tea Ranno, che ha da poco dato alle stampe il suo ultimo libro ‚ÄúL’amurusanza‚ÄĚ. Annunciata a sorpresa anche la presenza di Catena Fiorello che a Taormina presenter√† il suo ultimo libro ‚Äú5 donne e un Arancino‚ÄĚ. L‚Äôincasso della serata sar√† devoluto al Centro Cardiologico Pediatrico del Mediterraneo, la struttura regionale di alta specializzazione per la cardiologia interventistica e la cardiochirurgia pediatrica diretta dal prof. Salvatore Agati, presente all‚ÄôOspedale S. Vincenzo di Taormina.

‚ÄúDa Manhattan a Cefal√Ļ‚ÄĚ: Santi Scarcella viaggia alla ricerca delle origini del jazz

Il progetto “Da Manhattan a Cefal√Ļ”¬† √® estremamente articolato ed √® arrivato fino alla¬† Uconn University, l’Universit√† americana che ha approvato la profonda ricerca di Scarcella, partito dai canti di lavoro siciliani, messi a confronto con il blues americano, trovandone elementi in comune tali da portarlo al recupero della storia sulla nascita del primo jazz targato Sicilia (Nick La Rocca 1917, Livery state Blues). I punti principali di questo progetto sono “l’emigrazione, l’integrazione, la glocalizzazione” e soprattutto la “disabilit√† del cuore”, cio√® il non riconoscere l’altro per ci√≤ che √® veramente. I punti principali di questo progetto sono ‚ÄúL‚Äôemigrazione, L‚Äôintegrazione, La glocalizzazione‚ÄĚ e soprattutto la ‚Äúdisabilit√† del cuore‚ÄĚ, cio√® il non riconoscere l‚Äôaltro per ci√≤ che √® veramente. Dopo aver conquistato il ‚ÄúPrimo Maggio in Piazza S. Giovanni a Roma‚ÄĚ e collaborato con il sassofonista di fama internazionale Joe Lovano, Santi Scarcella (che √® anche il maestro di pianoforte di Ultimo) porter√† a Taormina il suo progetto musicale, un personalissimo e inconfondibile “jazz siciliano”, dal respiro internazionale.

Il salotto letterario

Felice Cavallaro, nato in provincia di Agrigento, ha vissuto i suoi primi anni a Racalmuto, il paese di Leonardo Sciascia. √ą l‚Äôideatore di un itinerario culturale che collega i luoghi di Pirandello, Tomasi di Lampedusa, Camilleri, Sciascia, il percorso della ‚ÄúStrada degli Scrittori‚ÄĚ, l‚Äôassociazione che ha fondato e dirige. Ha lavorato a ‚ÄúL‚ÄôOra‚ÄĚ, l‚Äô‚ÄĚAgi‚ÄĚ, la ‚ÄúRai‚ÄĚ, ‚ÄúIl Giornale di Sicilia‚ÄĚ prima di diventare una firma del ‚ÄúCorriere della Sera‚ÄĚ.

Stefania Auci √® l’autrice del momento grazie al successo letterario del suo libro ‚ÄúI Leoni di Sicilia‚ÄĚ, il romanzo ispirato alle vicende della famiglia Florio che √® stato il best seller del 2019 con oltre 400.000 copie vendute e 23 edizioni, ai vertici delle classifiche di vendita per mesi, una serie tv in fase di realizzazione, traduzioni in pi√Ļ di 20 paesi fra cui gli Usa.

Tea Ranno, nata a Melilli, in provincia di Siracusa, vive a Roma dal 1995. Si occupa di diritto e letteratura. Ha pubblicato i romanzi ‚ÄúCenere‚ÄĚ (2006, finalista ai premi Calvino e Berto e vincitore del premio Chianti) e ‚ÄúIn una lingua che non so pi√Ļ dire‚ÄĚ (2007). Nel 2012 per Mondadori √® uscita ‚ÄúLa sposa vermiglia‚ÄĚ, vincitore del premio Rea, e nel 2014, sempre per Mondadori, ‚ÄúViola F√≤scari‚ÄĚ. Nel 2018 con Frassinelli ha pubblicato Sentimi. Per Curcio, ha scritto tre libri per bambini, l’ultimo √® ‚ÄúLe ore della contentezza‚ÄĚ. Nel suo ultimo libro ‚ÄúL’amurusanza‚ÄĚ Tea Ranno ha dato vita a una Dona Flor siciliana e l’ha calata in un’atmosfera fiabesca alla Chocolat; allo stesso tempo, con l’aiuto di un pizzico di realismo magico, ha raccontato una parabola attualissima di coraggio ed emancipazione, di una donna e di una comunit√†. I biglietti sono ancora disponibili al botteghino del teatro.

Catena Fiorello, scrittrice, autrice e conduttrice televisiva, parteciper√† al salotto culturale di stasera con la sua semplicit√†, simpatia e capacit√† relazionali che porteranno il pubblico in un viaggio alla scoperta dell‚Äôidentit√† culturale. Catena inoltre presenter√† il suo nuovo libro ‚ÄúCinque donne e un Arancino‚ÄĚ ambientato in Sicilia, terra di origine dove Rosa decide dopo la morte del marito avvenuta a Milano, di ritrasferirsi.

Condividi




Change privacy settings