De Luca impugna decreto di Mattarella, M5S: “DĂ  un’immagine negativa di Messina”

La decisione da parte del sindaco Cateno De Luca di impugnare, dopo oltre due mesi, il decreto del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che annullava l’ordinanza sindacale con la quale era stata istituita la tanto discussa banca dati per regolamentare, durante l’emergenza coronavirus, l’attraversamento sullo Stretto, ha fatto storcere il naso dei consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Fusco, Andrea Argento, Cristina CannistrĂ , Giuseppe Schepis e Paolo Mangano: “[Dopo oltre un mese di assenza del sindaco,] – si legge in una nota congiunta dei consiglieri pentastellati – ci saremmo aspettati un ritorno sulle scene piĂą proficuo da parte del sindaco che, ha lasciato una cittĂ  senza guida politica in un momento così delicato”.

“Purtroppo, De Luca non si smentisce e cerca popolarità facendosi artefice di iniziative che lasciano perplessi e che danno, ancora una volta, una immagine negativa di Messina. – proseguono i consiglieri pentastellati – Tra l’altro, bisogna considerare il costo a cui andranno incontro i cittadini messinesi per l’incarico già conferito con una delibera della Giunta ai due legali (Angelo Clarizia e il noto penalista Carlo Taormina), incaricati di seguire la vicenda, che sembra essere più una questione di principio che rivestire un aspetto sostanziale, nell’interesse della nostra città”.

Condividi




Change privacy settings