Vertenza Raffineria Milazzo, Filca Cisl: “Tutelare i lavoratori”

Anche la Filca Cisl si aggiunge al coro di sindacati che chiedono la tutela dei posti di lavoro dei lavoratori dell’indotto della Raffineria di Milazzo. Venerdì prossimo si terrĂ  infatti un importante incontro, nell’ambito del quale bisognerĂ  discutere del loro destino occupazionale.

“Esprimiamo la nostra vicinanza ai lavoratori dell’indotto della Raffineria di Milazzo che stanno protestando contro la dirigenza della Ram che non ha ancora autorizzato il reintegro del personale dell’indotto dopo l’emergenza coronavirus”, dichiarano il segretario regionale della Filca Cisl, Paolo D’Anca e quello provinciale di Messina, Pippo Famiano.

“Sollecitiamo tutta la deputazione regionale e quella nazionale, che deve rappresentare il territorio, a far sentire la propria voce nelle sedi opportune per far rientrare sul posto di lavoro questi padri di famiglia e ci auguriamo che giĂ  dall’incontro previsto il prossimo 29 maggio vengano date delle risposte concrete sul loro futuro da parte degli  amministratori delegati di Eni e Kuwait perchĂ© lo stabilimento  rappresenta una prospettiva di sviluppo importante per tutto il distretto industriale della valle del Mela”, concludono i sindacalisti.

Condividi




Change privacy settings