Siad Cisal: “La direzione della Biblioteca Regionale non rispetta le relazioni sindacali”

Braccio di ferro di ferro tra il sindacato autonomo Siad Cisal e Tommasa Siragusa, il direttore della Biblioteca Regionale “Giacomo Longo” di Messina. Motivo del contendere la correttezza delle relazioni sindacali, in quanto sarebbero state ignorate dal direttore della Biblioteca Regionale. Infatti, ieri Siragusa avrebbe escluso i sindacati da un incontro in materia di sicurezza, che si dovrebbe svolgere alle 11 di oggi.

“Siragusa ha convocato gli addetti alla sicurezza, il rappresentante lavoratori per la sicurezza, le rappresentanze aziendali e i dirigenti responsabili delle Unità Operative per discutere di alcune problematiche inerenti alla sicurezza. Vorremmo capire – domanda il segretario provinciale Siad Cisal Clara Crocè – quali sono i motivi per i quali il direttore Siragusa non abbia convocato le segreterie provinciali dei sindacati in video conferenza, indicando l’ordine del giorno da trattare. Una scelta doppiamente inopportuna, perché proprio le misure relative alla sicurezza sui luoghi di lavoro sono oggetto di contrattazione integrativa dipartimentale.

“E non è tutto. Il dipartimento regionale dei Beni culturali non ha ancora emanato alcuna direttiva in merito all’ordinanza del presidente Nello Musumeci, con la quale è stata disposta la riapertura dei musei e delle biblioteche. Inoltre visto che il ‘Decreto Rilancio’ non è ancora stato pubblicato, ci teniamo a puntualizzare che fino a quel momento per i dipendenti pubblici sono in vigore le disposizioni del ‘Decreto Cura Italia’. Quindi, le fughe in avanti senza prima concertare la sicurezza dei lavoratori e dell’utenza non sono non sono possibili ma sono anche inutili”.

Condividi




Change privacy settings