Pendolari dello Stretto, Uil e Uil-Fpl scrivono al governatore per aumentare le corse

A causa dell’estrema esiguità del numero delle corse giornaliere delle navi traghetto, la UIL e la UIL FPL stanno dando voce al sempre maggiore disagio e alle crescenti tensioni che vivono i tantissimi operatori sanitari calabresi impegnati nelle strutture ospedaliere della provincia di Messina, nonché di tutti i pendolari dello stretto, i quali giornalmente raggiungono la sponda messinese per esclusivi motivi di servizio” lo hanno dichiarato Ivan Tripodi, Segretario generale UIL Messina, Pippo Calapai, Segretario generale UIL FPL, e Mario Salvatore Macrì, Coord. Area medica UIL FPL.

“Abbiamo preso atto del garbato comunicato diffuso dalla società Caronte & Tourist nel quale viene manifestata assoluta consapevolezza della problematica e totale disponibilità ad aumentare il numero delle corse delle navi traghetto. In tal senso, eravamo e siamo consapevoli che la decisione di autorizzare l’aumento di almeno una corsa giornaliera da effettuarsi, a nostro avviso, alle ore 12.00 da Villa S.G. per Messina e alle ore 14.00 da Messina per Villa S.G. è di competenza e responsabilità dei Ministri delle Infrastrutture e Trasporti, della Salute e del Presidente della regione Sicilia on. Musumeci” hanno proseguito i dirigenti sindacali.

“Si tratta di una questione di banalissimo buon senso poiché in corrispondenza con il turno lavorativo delle ore 13.00 che coinvolge moltissimi lavoratori della sanità (e sicuramente anche tanti altri lavoratori di vari settori), non viene garantita alcuna corsa da Villa S. Giovanni-Messina e viceversa; tale situazione costringe, pertanto, i numerosi lavoratori a partire con la corsa delle ore 8.00, obbligando gli stessi, prima di iniziare il turno lavorativo delle 13.00, a permanere inoperosi per parecchie ore e, per di più, con un elevato rischio di ulteriore diffusione del contagio da COVID-19. In tal senso, nel ribadire l’impellente necessità della vicenda in questione, reiteriamo la richiesta affinchè i Ministri delle Infrastrutture e Trasporti, della Salute e il Presidente Musumeci autorizzino celermente l’aumento delle corse delle navi traghetto da parte della società Caronte & Tourist” hanno concluso Ivan Tripodi, Segretario generale UIL Messina, Pippo Calapai, segretario generale UIL FPL, e Mario S. Macrì, Coord. Area medica UIL FPL.

Condividi




Change privacy settings