Una siciliana in giro per il mondo, il racconto dell’influencer Paola Pappa

Paola Pappa ha visita 35 Paesi, 70 città, 4 continenti: ecco come una influencer su Instagram catanese ha viaggiato in un anno

Molti hanno espresso il desiderio di viaggiare più del 2019 in questo nuovo anno. Con 195 paesi da esplorare in tutto il mondo, può essere difficile sapere da dove cominciare. Ma con l’aiuto di Instagram e dei suoi influencer le persone possono trovare ispirazione e acquisire informazioni sulle destinazioni di viaggio più popolari.

Come piattaforma di condivisione di foto in aumento, Instagram è uno dei social media migliori che gli “influencers” utilizzano per pubblicare scatti sorprendenti dei loro viaggi all’estero e documentare storie delle loro avventure.

Dal viaggio in Machu Picchu alle spiagge delle Hawaii e delle Maldive alle piramidi di terra della Cappadocia, Paola Pappa ha esplorato gli angoli della terra in meno di un anno.

Nata e cresciuta a Catania, classe 1996, Paola ha sempre viaggiato fin da molto piccola, ma ha iniziato effettivamente il suo lavoro da influencer sotto il nome di @_italianprincess registrando più di 50mila followers in meno di un anno: oggi, la ragazza catanese collabora con alberghi di lusso, ristoranti e fashion brand da tutto il mondo.

Oltre a documentare i luoghi che ha visitato e condividere immagini meravigliose, Paola ha esplorato anche diverse culture, stili di vita, cibi, lingue, tradizioni e altro ancora.Dall’essere fotografi ed editori autodidatti, questi influencer di Instagram hanno creato una community di viaggi e persino iniziato movimenti sociali.

Paola afferma che le sue “immagini sono ritratte attraverso un caleidoscopio di colori” mentre si avvia alla scoperta dei luoghi più affascinanti e più attraenti di tutto il mondo: a Marzo, la giovanissima 24enne ha in programma di partire verso l’ultimo continenti rimasto inesplorato nella sua lista: viaggerà tutta l’Africa da cima in fondo per un periodo di due mesi. Attribuisce il suo talento creativo ai suoi studi di International Business in una famosa Business School francese, alla carriera nel Marketing a Chicago negli Stati Uniti e successivamente a Singapore, dove ha vissuto per un anno ed ha avuto l’opportunità di stringere relazioni altri travel influencers con cui ha instaurato partnership durante i suoi viaggi.

All’inizio, Instagram era un modo per condividere le mie esperienze con amici e familiari, poi si è rapidamente trasformato in una passione. Oggi, è difficile viaggiare in una nuova città o paese senza sentire il bisogno di documentare quello che vedo: quando scopro qualcosa di interessante sulla cultura, il mio primo istinto è condividerla…ma quello che si mostra non esprime a pieno il lavoro che c’è dietro. Buona parte delle mie giornate mi dedico a pianificare la prossima destinazione, fare ricerche, trovare i modi per viaggiare responsabilmente, cercare i punti più interessanti, modificare le immagini e montare i video dei viaggi precedenti in modo che funzionino bene sui Social e che la gente possa apprezzare. Ho promesso di pubblicare ogni giorno una foto originale e creativa perchè spero di ispirare gli altri a sognare in grande e correre rischi.”

Non si può negare che Instagram sia diventata una terra di sogni. Vediamo persone (famose o meno) in viaggio verso luoghi fantastici, vivendo momenti unici, sorridendo sempre e registrando tutto in un modo che ci fa desiderare di prenotare un volo domani.

Ciò che è pubblicato su Instagram ha, senza dubbio, un impatto sulle scelte delle persone. Ecco perché i grandi marchi pagano migliaia di Instagrammer con molti follower per promuovere abbigliamento, cosmetici, ristoranti, hotel e oggigiorno persino destinazioni di viaggio.

Instagram ti permette di sognare luoghi, culture, altri modi di essere e di vivere. Nei profili Instagram di viaggiatori o destinazioni con milioni di follower cerchiamo il sogno e anche l’ispirazione per viaggiare, ma non bisogna mai dimenticare che le esperienze reali non sono solo quelle che creiamo sui social network, e questo Paola lo sa bene: “Quando viaggi con la mente e il cuore aperti, vivi più a lungo, assorbi più di tutto e puoi condividerlo in modi e momenti unici. Questo è viaggio! Le destinazioni devono offrire queste esperienze a turisti e visitatori e ricordarsi di vivere a pieno ogni momento che abbiamo”.

Condividi




Change privacy settings