Rifiuti tossici, sequestrata discarica abusiva dalla Gdf

I finanzieri di Taormina hanno sequestrato un’area di 4.000 metri quadri nel comune messinese di Santa Teresa Riva, adibita a discarica abusiva di rifiuti e nelle immediate vicinanze del centro abitato. L’area era da tempo utilizzata da un 42enne titolare di una ditta di installazione di impianti idraulici e climatizzatori per depositarvi materiali di scarto della sua attivitĂ  e rifiuti di altro genere evitando così gli elevati costi necessari per il regolare smaltimento all’interno delle discariche autorizzate. Rinvenuti tonnellate di rifiuti, molti dei quali pericolosi e tossici, tra cui pneumatici, elettrodomestici fuori uso, materassi, materiale di risulta di demolizioni di strutture in cemento armato, fusti di gasolio esausti, motori di condizionatori dismessi. E’ emerso anche che il 42enne, sprovvisto di documentazione giustificativa, deteneva all’interno dell’area sequestrata numerosi fusti metallici, collegati ad una pompa a motore, contenenti complessivamente piĂą di 1300 litri di carburante per autotrazione, che secondo gli inquirenti sarebbe stato destinato alla vendita ad occasionali avventori, in totale evasione di imposta. L’uomo è stato denunciato per reati ambientali, ricettazione e contrabbando di prodotti energetici.

Condividi




Change privacy settings