Vendeva frattaglie non tracciabili: sospesa un’attivitĂ 

Nella giornata di ieri è stato sospeso un esercizio di somministrazione di alimenti, in quanto è stato sorpreso mentre vendeva prodotti non tracciabili, oltre che senza alcune certificazioni necessarie per poter svolgere la propria attività.

In particolare, nel tardo pomeriggio gli agenti appartenenti alla sezione Annona della Polizia municipale unitamente ai carabinieri della Stazione di Bordonaro hanno sottoposto a controllo il titolare di un esercizio commerciale della zona sud, e hanno scoperto che questo risultava sprovvisto di Scia amministrativa e di Dia sanitaria. Per tali motivi, sono stati elevati verbali di contestazione per un ammontare pari rispettivamente a 3098 euro e 3000 euro.

Gli operanti hanno richiesto, inoltre, l’ausilio di un medico veterinario dell’Asl di Messina, il quale ha constatato la mancanza di tracciabilitá di alcune frattaglie di bue (meglio identificabile come taione e similari). Quindi si è proceduto al sequestro per la successiva distruzione di tali frattaglie. L’attività commerciale è stata dunque sospesa immediatamente.

Condividi




Change privacy settings