Professionista accusato di stalking, la Cassazione accoglie ricorso dell’avvocato Favazzo

Dopo la pronuncia di ieri della Quinta Sezione penale della Corte di Cassazione, la parola torna al riesame. Il Supremo Collegio ha, infatti, accolto il ricorso presentato lo scorso giugno dai difensori di Rosolino Sidoti, contro la decisione del Tribunale del riesame di Messina, che aveva confermato la misura cautelare di massimo rigore nei confronti del professionista, accusato di stalking ai danni della ex moglie.

“Restiamo in attesa di conoscere la motivazione della sentenza di annullamento della Corte – commenta l’avvocato Favazzo – ma l’accoglimento del ricorso, con cui si era contestata la gravitĂ  indiziaria ed era stata denunciata una macroscopica violazione di legge, lascia fondatamente ritenere che la intera vicenda, fin qui trattata con eccessivo rigore, sarĂ , ben presto, radicalmente ridimensionata sul piano cautelare e, a seguire, nel merito”.

Condividi




Change privacy settings