Meteo, l’afa lascia il campo al vento di Ponente sulla Tirrenica

La sfortuna ci tampina, negandoci ogni soddisfazione.

Si prospetta un week end spiccatamente perturbato per gran parte delle regioni centro/ settentrionali, senza scampo a numerosi temporali localmente devastanti a regime di nubifragio ( over 100-200 mm fra Toscana e Friuli). La Sicilia non prenderà mai parte a questa affascinante rassegna temporalesca, poichè discriminata da una bollente -2 a 500 hpa. Roba che non si vedeva da decenni. PAZZESCO!

Come evidenzia Gfs, il ponte altopressorio sarà bruscamente squarciato dalla penetrazione di una ficcante ansa depressionaria, che si avviterà mediante un minico barico attestato sui 1000 hpa.

Suddetto turn over smisterà su molte regioni settentrionali una fresca -14 a 500 hpa, che entrando in conflitto con il cuscino cando pre-esistente innescherà una lunga serie di sistemi multicellulari alla mesoscala.

Questo input fresco a 500 hpa non interesserà minimamente la Sicilia, posta inizialmente lungo la gittata calda pre-frontale.

La traiettoria della perturbazione sarà talmente settentrionale, da porre la Sicilia sotto un campo barico ( 584 dam) che domenica sera non denotare alcuna anomalia negativa di gpt.

Inoltre la cocente -2 a 500 hpa sarà il peggiore anticorpo di qualsiasi moto convettivo. In buona sostanza, malgrado la temperatura del Tirreno over 29°, sarà impossibile porre in essere un gradiente verticale degno di questo nome, assolutamente fantomatico con suddetti fattori.

Con questo quadro barico, sabato il tempo sarà stabile e moderatamente caldo lungo le coste, con una componente meridionale strettese ( ostro) che incresperà moderatamente suddetto bacino.

Domenica pomeriggio, subentrerà un teso flusso umido occidentale, con refoli di ponente ( W) over 25 nodi al largo già dalle 13. Pertanto lo Stretto si presenterà lievemente increspato dallo zefiro di ostro pomeridiano, mentre il Tirreno inizialmente calmo all’alba domenicale, sarà dimenato dalla sostenuta ventilazione occidentale, divenendo increspato a metà giornata e localmente molto mosso dal pomeriggio per onde di mare morto. Il messinese tirrenico orientale accoglierá i primis sostenuti refoli anabatici dopo le 16. Domenica il cielo spazierà dal parzialmente all’irregolarmente nuvoloso, con il contributo umido che addenserà sterili cumuli avvettivi ( si tratterà di nuvolaglia bassissima e calda) a monte e localmente sulle coste tirreniche.

Nessun fenomeno precipitativo meritorio di accenno, ad eccezione di isolatissimi piovaschi avvettivi di pochissimo conto, possibili soltanto fra Capo Peloro, Scilla e la riviera nord strettese. La probabilitá di precipitazione serale si aggira intorno al 45% ( insignificante acquerugiola btitish)

Poco attendibile anche la termo-convezione a causa dei gpt altissimi e dell’aria caldissima a 500 hpa. Una -2 a 500 hpa non genera attivitá termo convettiva nemmeno in caso di dissesto della tropopausa. Non è il nostro momento; a chi tutto e a chi niente! Nord alluvionato e noi in emergenza SICCITÁ da almeno 5 mesi. ASSURDO!

Ricapitolando, sarà un sabato stabile, poco afoso moderatamente caldo lungo le coste, con qualche locale picco over 33° soltanto su alcune località tirreniche. Domenica mattina rovente su tutto il messinese ( +23 a 850 hpa), mentre dal pomeriggio o al più dalla serata, prenderà il via un tracollo termico ( quantificabile in almeno 8°), con venti sostenuti di ponente, raffiche catabatiche over 30 nodi e Tirreno molto mosso fino al pomeriggio di martedi. Nessun gradiente orizzontale, pertanto ritengo inopportuno isolate le Eolie, rendendole irrangiubili. Il tasso dell’UR farà segnare valori mediamente elevati compresi fra il 50 e il 90%.

Le tendenze del tempo a medio termine previste per la prossima settimana prefigurano un avvio settimanale mite e molto ventilato, con isolati cumuli avvettivi, ponente e maestro over 25 nodi e Tirreno molto mosso.

Capitolo piogge: stendiamo un velo pietoso. Attenzione dal 4 in poi. L’ anticiclone subtropicale sente nostalgia della trinacria.

Un grazie di cuore e arrivederci.

Alessio Campobello

Condividi




Change privacy settings