Unime, ridotte le fasce reddituali e approvati i bandi per le scuole di specializzazione d’area medica

Sono tornati a riunirsi Senato e CdA dell’Università di Messina. Nel corso dell’ultima seduta è stato fissato l’importo del Contributo onnicomprensivo annuale (Coa) ai fini dell’iscrizione ai corsi di laurea triennale, magistrale e a ciclo unico per le diverse classi di valori Iseeu: l’importo del Coa massimo per l’anno accademico 2019/20 è pari a 1800 euro nella classe più alta di reddito. Le fasce reddituali sono state inoltre ridotte da 24 a 14 e a ciò corrisponde, mediamente, una sensibile riduzione delle tasse a carico degli studenti.


È stata anche approvata la mozione riguardante il supporto alla richiesta di un incremento del numero di borse di specializzazione per l’area medica. A tal proposito la motivazione della mozione risiede sia nel crescente fabbisogno di medici specialistici attestato da “Rapporto 2019 dell’Osservatorio Nazionale sulla Salute delle Regioni Italiane” e sia nella necessità di far fronte al crescente numero di candidature avanzate negli ultimi anni. Sono stati, infine, approvati i bandi di concorso per l’iscrizione alle seguenti scuole di specializzazione: Microbiologia e Virologia (riservato ai non medici, 10 unità), Farmacologia e Tossicologia clinica (riservato ai non medici, 10 unità), Genetica medica (riservato ai non medici, 5 unità), Farmacia ospedaliera (10 unità), Fisica Medica (5 unità), Chirurgia orale (10 unità), Patologia clinica degli animali d’affezione (20 unità), Fisiopatologia della riproduzione degli animali domestici (15 unità).

Condividi




Change privacy settings