Incidente Grotte, la Procura vuole vederci chiaro

L’indagine della magistratura aperta a seguito dell’incidente di ieri all’alba, in cui ha perso la vita la ventenne Martina Carbonaro, chiarirĂ  eventuali responsabilitĂ . Intanto, il magistrato che si occupa del caso ha iscritto nel registro degli indagati la conducente della Fiat Panda a bordo della quale viaggiavo quattro persone, compresa la vittima.

Disposto anche l’esame medico-legale sul cadavere della ventenne, morta dopo essere volata dall’auto a seguito dell’impatto con una “Renault”.

Il primo elemento sul quale stanno indagando gli investigatori riguarda lo stato della conducente: dagli esami di laboratorio è emerso che la ragazza non avesse bevuto.

La Panda – secondo la ricostruzione – avrebbe iniziato a sbandare in corrispondenza di un rettilineo, c’è anche il sospetto che la vettura procedesse a velocitĂ  sostenuta.

Condividi




Change privacy settings