Piano del traffico, riunione operativa a Palazzo Zanca. Verso la riapertura di piazza Cairoli

Riunione oggi a Palazzo Zanca del vicesindaco e assessore alla Mobilità Urbana ed Extraurbana Salvatore Mondello con gli ingegneri Guido Francesco Marino e Luca Magi della società di ingegneria TPS PRO di Perugia e Elettra Lowenthal della MATE di Bologna, gruppo appaltante del PGTU, e con l’ing. Bruno Bringheli del dipartimento Viabilità e Mobilità Urbana, al fine di verificare l’aggiornamento del Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU). L’ing. Marino ha illustrato lo stato di avanzamento relativo alle aree pedonali ed alle zone a traffico limitato; alla mobilità ciclabile; al trasporto pubblico locale; alla circolazione veicolare; alla sosta; alle proposte avanzate nella fase di partecipazione; e l’ing. Lowenthal ha infine posto l’accento sull’iter relativo alla VAS.

“Si è fatto il punto sul lavoro svolto in seno al PGTU e sono state tracciate – ha dichiarato il Vicesindaco – le linee programmatiche di sviluppo ed il cronoprogramma per l’approvazione definitiva del Piano. Il gruppo di progettazione nei prossimi giorni valuterà tutte le istanze/proposte pervenute ed effettuerà le eventuali controdeduzioni, indicando il recepimento/accoglimento e/o il loro non accoglimento. Tale metodologia rappresenta un alto livello di partecipazione in quanto non prevista da alcuna normativa, e quindi non obbligatoria. In merito ai contenuti la Giunta municipale si riserva di valutare, prima di recepire il Piano, le proposte avanzate dal gruppo di progettazione che indubbiamente sono innovative e conformi alle linee di sviluppo di tutte le città europee”.

L’associazione dei commercianti Messina Incentro, attraverso il presidente Lino Santoro, ha chiesto la riapertura al traffico di piazza Cairoli e si va in questa direzione, dal momento che Palazzo Zanca intende ascoltare le istanze dei commercianti. Venerdì intanto saranno consegnate al sindaco oltre 100 firme di commercianti di piazza Cairoli, viale San Martino e via Tommaso Cannizzaro desiderosi di vedere riaperta al traffico veicolare la piazza. “Questa non è un’isola pedonale, non siamo contrari alle aree pedonali ma fino a che permane questa situazione che presenta una strada chiusa, vogliamo che riprenda il traffico veicolare. Abbiamo subito danni incalcolabili in sei anni”.

Condividi




Change privacy settings