Carabinieri, oltre due secoli al servizio dei cittadini

Oltre due secoli al servizio dei cittadini, l’Arma dei carabinieri ha festeggiato il 205esimo anniversario della Fondazione.

I giovani protagonisti della Festa dell’Arma di quest’anno, quali attori principali della cultura della legalità e simbolo dell’ideale “passaggio di consegne” tra l’Arma di oggi e le future generazioni del domani.

Sono intervenuti oltre 200 allievi delle scuole elementari e medie (degli Istituti comprensivi “Pascoli – Crispi”, “Galatti”, “Elio Vittorini” ed “Evemero da Messina”, dell’Istituto “Sant’Anna”) e degli Istituti Superiori cittadini (“Basile” e “Bisazza”).

Alla caserma “Bonsignore”, sede del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber” e del Comando provinciale, si è così celebrato il 205° anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri.

Dopo la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica e dell’Ordine del Giorno del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, ha preso la parola il Comandante Interregionale Luigi Robusto che, dopo aver ringraziato le Autorità presenti e tutti gli intervenuti alla cerimonia, si è rivolto dapprima a tutti i rappresentati delle Istituzioni evidenziandone e confermandone il confermandone il rapporto di leale, costante e concreta collaborazione avuto su tutto il territorio del Comando Interregionale (Sicilia e Calabria), citando fra l’altro il Prefetto di Messina, le forze armate, gli Enti locali, le associazioni Carabinieri e combattentistiche e d’Arma, nonché il ruolo centrale della chiesa, con i suoi parroci dislocati capillarmente sul territorio e vicino ai cittadini come 

Comandanti delle Stazioni carabinieri, enumerando le principali attività svolte nel corso di quest’ultimo anno, attività che ha qualificato più che mai la missione dell’Arma e suggellato “lo Stato di diritto”, rappresentato in maniera sinergica.

La fotogallery di Alessio Villari

Condividi




Change privacy settings