Alberto vince la finale di Amici, festa nelle piazze cittadine

Il messinese Alberto Urso s’è aggiudicato l’edizione 2019 del talent “Amici”. I messinesi hanno festeggiato in piazza ben oltre l’una di notte il successo del giovane artista messinese che è stato l’indiscusso vincitore del programma televisivo condotto da Maria De Filippi.

A Messina due maxi schermi nelle principali piazze cittadine hanno fatto registrare uno straordinario successo di pubblico. A piazza Cairoli sono andate letteralmente a ruba le magliette celebrative offerte da alcuni sponsor per l’evento della finale di Amici.

La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione dei commercianti “Messia Incentro”.

“Sono orgoglioso di questo giovane talento – ha detto il presidente dell’Associazione, Lino Santoro – che ha meritato di aggiudicarsi il talent di Canale5. Spero che presto possa ricevere l’abbraccio della cittĂ  che l’ha sostenuto per questa straordinaria impresa”.

Un pubblico divertito anche a piazza Duomo ha esultato per il successo di Alberto diventato un idolo non solo delle ragazzine ma anche del pubblico adulo.

Il tenore 21enne di Messina, polistrumentista ha prevalso nella sfida finale con la con la cantautrice Giordana Angi, 25 anni, italo-francese, nata a Vennes, in Bretagna, che si è invece aggiudicata di Premio della Critica. Alberto il 9 maggio scorso ha pubblicato con Universal Music Italy (Polydor Records) il suo primo disco intitolato ”Solo”. E uno deii brani, ”Indispensabile”, è stato scritto proprio da Giordana Angi. Sia Alberto che Giordana, infatti, non degli esordienti totali.

Alberto aveva iniziato la sua carriera da bambino prodigio nel baby talent ‘Ti lascio una canzone’. Mentre Giordana aveva giĂ  partecipato a Sanremo Giovani nel 2012 e da allora ha continuato a lavorare come autrice e cantautrice tanto da aver pubblicato durante l’esperienza del serale di ‘Amici’ l’album ‘Casa’ e da aver collaborato anche alla scrittura di ben quattro pezzi del nuovo album di prossima uscita di Tiziano Ferro, ‘Accetto Miracoli’.

 

Condividi