Meteo, week-end uggioso e lievemente instabile

Redazione

Meteo, week-end uggioso e lievemente instabile

sabato 04 Maggio 2019 - 09:38
Meteo, week-end uggioso e lievemente instabile

L’alta pressione che in questi primi giorni di Maggio ha concesso ai messinesi la licenza di poter arrostire la carne in assoluta tranquillità, non ha avuto la necessaria ossatura strutturale per resistere alle umide infiltrazioni nordafricane.

Infatti, da 12 h la Sicilia è sulla gittata di una debole depressione termica di origine algerina, animata da un minimo barico prossimi ai 1005 hpa attualmente allocato sul Canale, mentre i valori di gpt risultato elevati ( 568-572 dam).

Suddetto mulinello di bassa pressione, non essendo ben strutturato a 500 hpa, non potrà mai dare adito a manifestazioni piovose di qualità, giacchè non assistito da aria fredda in quota.

Durante la tarda mattinata di sabato 4, il minimo depressionaria si porterà sullo Ionio meridionale, incentivando un già esistente richiamo umido ai bassi strati, senza minimamente tirare in ballo alcun gradiente verticale ( -18 a 500 hpa).

Domenica, la Sicilia sarà in fase di attesa meridiana, posta in una condizione di stasi pre-frontale, mentre un nuovo minimo depressionario di matrice artica inizierà la sua discesa italica, piazzandosi in serata fra regioni centrali e parte del versante adriatico. La nostra isola sarà pertanto l’ultima regione a ricevere il marginale trattamento rinfrescante, senza alcun episodio eclatante.

Con questo quadro appena delineato, sabato il tempo sarà uggioso e lievemente instabile. La volta celeste sarà sovente offuscata da nuvolaglia avvettiva irregolare, che localmente potrebbe arrecare deboli rovesci di pioggia a carattere sparso, senza alcuna manifestazione convettiva.

L’area dello Stretto sarà bagnata da qualche insulsa pioviggine avvettiva, più probabile fra le 13 e le 17, mentre domenica la nuvolosità sarà molto meno preponderante.

Il minimo africano non avrà più mordente destabilizzante e il cielo spazierà dal quasi sereno al parzialmente nuvoloso, con qualche locale addensamento a monte.

Sabato un residuo ostro insisterà sull’area dello Stretto,mentre domenica un teso ponente incresperà il Tirreno, spirando dai 20 ai locali 25 nodi. Qualche raffica più potente assumerà carattere catabatico sul versante ionico.

Il Tirreno risulterà moderatamente mosso dal pomeriggio festivo, mentre lo Stretto si acquieterà già dalla serata di sabato.

La temperatura permarrà stazionaria sabato ( 17-18° all’ombra), destinata ad un lieve calo dal pomeriggio domenicale, avvertibile soltanto sul versante tirrenico. Sul versante ionico sottovento, le secche raffiche di caduta favoriranno una parziale favonizzazione, con qualche picco over 21-22° fra Roccalumera e Acireale.

Il tasso dell’Ur farà segnare valori elevati compresi fra il 60 e l 85%.

Le tendenze del tempo a medio termine prefigurano che lunedi la Sicilia sarà interessata di striscio dalla colata artica, con la -26 a 500 hpa ben lontana dai nostri territori.

Grande frescura, ventazzo ( 30-40 nodi) e qualche isolato piovasco avvettivo, senza alcuna evoluzione temporalesca ( NESSUN GRADIENTE VERTICALE),mentre durante la settimana l’anticiclone delle Azzorre proverà a ritemprare il bel tempo primaverile.

Consigliatissimi giacche invernali durante la freddissima serale di lunedi, mentre una mareggiata di moderata intensità modellerà il litorale, in attesa della scaduta di martedi.

Nel giro di qualche giorno passeremo dai piumoni ai costumi, grazie al ricompattamento del ciclone britannico e una simultanea espansione zonale dell’anticiclone delle Azzorre, nuovamente a nostra completa disposizione. Un grazie di cuore e arrivederci.