Amministrative: De Luca ridimensionato nel primo vero banco di prova

L’esito dei risultati elettorali in occasione della amministrative tenutesi nel Messinese ridefinisce lo “scenario” degli equilibri politici in vista delle elezioni delle Città metropolitane che si dovrebbero tenere a giugno. Il condizionale è d’obbligo dal momento che De Luca ha manifestato la propria volontà di non volere indire le elezioni perché in polemica con il governo nazionale.

Il sindaco metropolitano Cateno De Luca esce comunque notevolmente ridimensionato dalla tornata elettorale che l’ha visto perdere su due “fronti” caldissimi.

A Rometta non ce l’ha fatta il candidato di De Luca, ovvero Enrico Etna, mentre a Brolo Irene Ricciardello, sostenuta dallo stesso sindaco Metropolitano, ha dovuto cedere la poltrona di primo cittadino allo sfidante Pippo Laccoto.

De Luca si è speso per entrambi ma a quanto pare l’appeal dello scorso anno sta segnando il passo. Politicamente sono due sberle che avranno il loro peso specifico in occasione delle elezioni per il “rinnovo” del consiglio metropolitano e della futura composizione della giunta.

A ciò si aggiunga che alcuni dei principali Comuni (vedi Taormina e Milazzo), sono decisamente contro De Luca, per comprendere come si stia consolidando il quadro politico d’opposizione.

Condividi




Change privacy settings