Consiglio comunale: nulla di fatto, decade il numero legale

Nella seduta di ieri il Consiglio comunale ha approvato, con dodici voti favorevoli, due astenuti e nessuno contrario, la revoca della deliberazione di Consiglio comunale n. 51 del 3.10.2017 contributo del Comune di Messina al concordato preventivo per la società MessinAmbiente spa debito da prestazione debito di liquidazione e n. 65 del 12.12.17 ATO ME3 spa in liquidazione servizi di igiene ambientale e riconoscimento di debito fuori bilancio ai sensi dell’art. 194, comma 1, lett. e del TUEL approvato con decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267 e successive modificazioni e integrazioni. Successivamente è venuto meno il numero legale e la sessione consiliare è decaduta. Su richiesta di venti consiglieri comunali, è stata convocata lunedì 8, alle ore 18, una seduta aperta straordinaria di Consiglio con all’ordine del giorno le tematiche relative a gestione, utilizzo e lavori di adeguamento della piscina comunale Cappuccini. Su richiesta di tredici consiglieri, è stata convocata, invece, giovedì 11, alle ore 16.30, così come concordato con l’assessore regionale Marco Falcone, una seduta aperta di Consiglio comunale al fine di trattare le tematiche relative all’attuale situazione del risanamento e i relativi finanziamenti regionali – Stato di avanzamento del percorso di risanamento urbanistico della città di Messina.

Condividi