Scaletta: inaugurata sede dei carabinieri in congedo intitolata ad Alfio Ragazzi

Nei locali di via Foraggine, messi a disposizione dall’Amministrazione comunale di Scaletta Zanclea, si è svolta la cerimonia di inaugurazione della nuova sede della sezione di Scaletta Zanclea dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo, alla presenza del Generale di Divisione Giovanni Cataldo, Comandante della Legione Carabinieri Sicilia, del Colonnello Lorenzo Sabatino, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Messina, del Prefetto di Messina e di numerosissime autoritĂ  civili, militari ed ecclesiastiche della Provincia nonchĂ© degli alunni degli istituti comprensivi di Giampilieri Superiore ed Alì Terme e di numerosi cittadini di Scaletta.

La Sezione è stata intitolata alla memoria del M.A.s.U.P.S. Alfio Ragazzi, Croce d’Onore alla Memoria, vittima dell’attentato terroristico in AN-NASSIRIYA del 12 novembre 2003 con altri 11 militari dell’Arma dei Carabinieri, cinque militari dell’Esercito Italiano e due connazionali civili. All’evento è intervenuta, come Madrina della cerimonia, la vedova Signora Tiziana Montalto Ragazzi.

Il taglio del nastro inaugurale della nuova sede della sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, è stato preceduto dal saluto del Sindaco di Scaletta Zanclea Gianfranco Moschella, che ha testimoniato il legame del territorio di Scaletta con l’Arma dei Carabinieri “in servizio ed in congedo”, e dal Prefetto di Messina, d.ssa Maria Carmela Librizzi che ha evidenziato come la presenza dell’Associazione, costituisca ulteriore presidio di legalità ed esempio per i giovani.

Infine, ha preso la parola il Comandante della Legione Sicilia Generale Giovanni Cataldo e, dopo aver ringraziato il pubblico, le scolaresche presenti e la nutrita rappresentanza di Autorità, Sindaci del comprensorio e militari dell’Arma in congedo, ha sottolineato il lodevole impegno profuso dai Carabinieri in congedo che costituisce la naturale continuazione dell’operato di quelli in servizio, animati dallo spirito di aiutare il cittadino, garantita dalla capillare distribuzione sul territorio delle Stazioni Carabinieri, che costituiscono lo strumento di prossimità. Il Signor Generale ha espresso la profonda vicinanza da parte di tutta l’Arma dei Carabinieri ai familiari delle vittime di Nasiriya, ed ha infine scoperto insieme alla vedova Signora Tiziana Montalto la targa commemorativa in memoria del M.A.s.U.P.S. Ragazzi, targa successivamente benedetta dall’Arcivescovo di Messina, Mons. Giovanni Accolla.

Condividi