Cancellazione iscritti alla Uil-Fpl, Cisl Fp nella bufera reagisce: “Ci tuteleremo”

Com’era prevedibile, la denuncia della Uil-Fpl che ha riscontrato “misteriose cancellazioni” di propri iscritti all’Asp di Messina, sta scatenando un’autentica bufera: la questione è finita sui tavoli delle segreterie sindacali regionali e nazionali.

Sull’argomento, dopo la nota della Uil-Fpl a firma del segretario generale, Pippo Calapai, c’è da registrare la reazione della Cisl Fp, attraverso una nota che non riporta in calce alcuna firma.

«Pur comprendendo lo stato di disagio che la Uil rappresenta nell’aver subito la grave perdita di associati, esprimiamo piena fiducia nella magistratura e valuteremo l’opportunità di tutelare la nostra immagine presso le sedi deputate».

È questo il commento della Cisl Fp Messina a seguito della decisione della Uil Fpl di presentare una denuncia contro ignoti per quelle che sono state definite «misteriose cancellazioni di alcuni propri iscritti».

Intanto, la Uil-Fpl ha deciso di volere andare fino in fondo sulla “misteriosa cancellazione” dei propri iscritti all’Asp ed ha deciso di presentare alla Procura della Repubblica una dettagliata denuncia contro ignoti. Non si esclude nessuna ipotesi, nemmeno la “manomissione” dei sistemi informatici dell’Asp di Messina, dove misteriosamente sarebbero stati cancellati 16 iscritti dalla Uil-Fpl, transitati ad altra organizzazione sindacale.

“Vogliamo andare fino in fondo – ha fatto sapere Calapai – pretendiamo venga fatta chiarezza su questa vicenda che merita approfondimenti”.

Nella foto Giovanna Bicchieri (delegata Sanità Cisl Fpl Messina e Gigi Caracausi (reggente Cisl Fp Messina)

Condividi