Salina, prima isola selezionata in Europa per energia pulita

L’isola di Salina è stata individuata come una delle sei isole pilota dell’Unione Europea per la transizione verso l’energia pulita. La selezione delle isole dell’UE impegnate nella transizione energetica e’ un’iniziativa della Commissione Europea Clean Energy for EU Islands. L’iniziativa e’ stata lanciata a maggio 2017 a Malta, quando la Commissione Europea e 14 paesi dell’UE (Croazia, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Malta, Portogallo, Spagna, e Svezia) hanno firmato una dichiarazione politica.

L’iniziativa della Commissione Europea avvia il processo di transizione energetica con le isole per sostenerle nel diventare piu’ autosufficienti, prospere e sostenibili. In una prima fase, le Isole Aran (Irlanda) Cres-Lo?inj (Croazia), Sifnos (Grecia), Culatra (Portogallo), Salina (Italia) e Las Palmas (Spagna) svilupperanno e pubblicheranno i loro programmi di transizione verso l’energia pulita entro l’estate 2019. Le altre 20 isole lo faranno entro l’estate 2020. Queste altre isole sono: Hvar, Nuova Caledonia, Pantelleria, A Illa de Arousa, Bra?, Creta, Azzorre, Gotland, Korula, Samos, Ibiza, Oeland, Koekar, Cape Clear, Maiorca, Orkney, Marie-Galante, Favignana, Minorca, Isole Scozzesi. Secondo Dominique Ristori, direttore generale per l’Energia presso la Commissione Europea: “Le 26 isole selezionate mostrano un notevole potenziale ed entusiasmo per lo sviluppo di forti e durature collaborazioni con gli interessati alla transizione verso l’energia pulita. Avviandosi su questa strada, non solo diventeranno piu’ autosufficienti e prospere, ma forniranno anche esempi stimolanti per le altre isole e per l’Europa nel suo complesso”.

Condividi