Acr Messina, che impresa contro la Turris

Con il presidente Sciotto, contestato, è presente il sindaco De Luca, come promesso. In curva solo un centinaio di tifosi, maggiori le presenze in tribuna.

Sembrava una partita segnata dopo un primo   tempo da incubo per un Messina che ci tentava con la forza della disperazione ma cinicamente la Turris approfittava degli errori difensivi e del mediocre arbitro Picchi e chiudeva la prima frazione con il doppio vantaggio. Nella ripresa i giallorossi cambiano un giocatore ma anche l’atteggiamento non sembrava più quello di una squadra ormai rassegnata e le prestazioni di alcuni giocatori come Catalano e Cocimano mettevano in crisi la seconda forza del campionato.

La cronaca: 1′ il Messina vicino al gol. Grande azione di Cocimano che buca la difesa e serve l’inserimento di Arcidiacono il cui pallonetto supera Casolare e lambisce il palo. Partita con continui capovolgimenti di fronte. Un pericolo anche per il Messina al 6′ ma  l’attaccante della Turris che aveva colpito di testa era in netta posizione di fuorigioco. 21′ Ba sbaglia il rinvio e ne approfittano i corallini che passano  in vantaggio con Vacca che trova il rasoterra vincente nell’angolo sinistro di Lourencon. 27′ dubbio rigore concesso alla Turris con Aliperta che trasforma.35′ il Messina vicino al gol con un palo ed un doppio salvataggio sulla linea ed un fallo di mano non visto dall’arbitro con i giocatori di Biagioni che protestano contro l’arbitro. Fine primo tempo.

Nella ripresa al 1′ esce Janse ed entra Marzullo.  Al 6′ ammonito Esempio. 9′ Catalano trova l’angolo su punizione ed il Messina accorcia le distanze. 11′ il Messina pareggia con il colpo di testa di Traditi su angolo di Catalano. 18′ Diagonale di Arcidiacono, fuori. 20′ fuori Amadio dentro Tedesco. Nella Turris fuori Cunzi dentro Addesio. 21′ Arcidiacono vicino al gol con salvataggio in angolo di Casolari. 23′ Messina in vantaggio, punizione di Catalano e Ferrante da due passi mette in rete. 27′ contropiede del Messina con Cocimano che trova Marzullo centralmente, la punta supera Casolari e mette il diagonale in rete. 33′ fuori Guarracino dentro Palmieri. 40′ esce Esempio entra Franco. Esce Marzullo per infortunio ed entra Selvaggio.

Al 48′ il Messina fa cinquina, contropiede di Selvaggio, palla in area ad Arcidiacono che con un tiro a giro batte ancora Casolari. Ammonito Arcidiacono e subito dopo l’espulsione di Celiento. Dopo sette minuti di recupero arriva il triplice fischio di Picchi. Alla fine gioia per il presidente Sciotto ma per lui continua la contestazione. Applausi alla squadra.

MESSINA-TURRIS 5-2

Marcatori: 21′ Vacca, 29′ Aliperta rig., 9′ Catalano, 11′ Traditi, 23′ st Ferrante,27′ Marzullo, 48′ Arcidiacono

Acr Messina: Lourencon, Biondi, Barbera, Traditi, Ba, Ferrante, Arcidiacono, Janse (al 1’ st Marzullo, al 42’ st Selvaggio), Amadio (al 20’ st Tedesco), Cocimano (al 47’ st Carini), Catalano (al 31’ Zappalà). In panchina: Meo, Sambinha, Aldovrandi, Mancuso. Allenatore: Oberdan Biagioni.
Turris: Casolare, Esempio (al 40’ st Franco), Riccio, Di Nunzio, Formisano (al 26’ st Auriemma), Aliperta, Fabiano (al 28’ st Di Dato), Vacca Guarracino (al 33’ st Palmieri), Cunzi (al 20’ st Addesi), Celiento. In panchina: D’Inverno, Lagnena, Esposito, Fibiamo. Allenatore: Franco Fabiano (squalificato, al suo posto Lorenzo Salvatore).
Arbitro: Simone Picchi di Lucca.

Assistenti: Simone Corradini di Basso Friuli e Mattia Roperto di Lamezia Terme.
Note – Ammoniti: Esempio (T), Barbera (M), Arcidiacono (M). Espulso: Celiento (T).

Recupero: 1’ pt e 7′ st.

Condividi