Paradosso a Santa Margherita: semaforo sempre spento, in compenso si rifĂ  la segnaletica

In attesa che il semaforo torni a funzionare si ridisegna la segnaletica orizzontale, peraltro giĂ  in discrete condizioni. Ennesima situazione paradossale a Santa Margherita con gli abitanti che chiedono a gran voce l’attivazione dell’impianto semaforico, prima off limits per problemi legati alla centralina, ora definitivamente spento per un rimpallo di competenze e possibili acquisizioni tra Anas e Comune di Messina.
Una vicenda grottesca tipica di questa terra con un “mostro” chiamato burocrazia, capace di essere letale, di sfiancare e mettere a dura prova il sistema nervoso degli utenti. E non mancano le polemiche per un incrocio altamente pericoloso in un tratto rettilineo, giĂ  teatro di gravissimi incidenti stradali. Basta fare una visita al nostro motore di ricerca (digitare Ss 114 in home page) per rendersi conto della pericolositĂ  della Statale 114.
Nei giorni scorsi è comparsa anche una scritta su un cartone che invitava gli organi competenti ad intervenire “prima che ci scappi il morto”, naturalmente l’ennesimo appello non è stato ascoltato. Oltre alle nostre segnalazioni anche Sicilia Futura aveva sollecitato interventi.
“Il Corpo di Polizia municipale – hanno scritto i consiglieri Nino Interdonato, Daria Rotolo e il consigliere della Prima Circoscrizione Alfredo Manganaro – è dovuto piĂą volte intervenire per constatare incidenti stradali, anche con feriti, dovuti al malfunzionamento dello stesso impianto, con probabili ripercussioni di responsabilitĂ  sull’ente proprietario dell’impianto e quindi sulle casse comunali”.
Intanto si rifĂ  la segnaletica, quasi a mettere in evidenza un pericolo che continua ad essere sottovalutato dagli organi poco…competenti.

Condividi