Scommesse, maxioperazione della Polizia. Sequestrate sale anche a Messina

Su delega della Procura Distrettuale Antimafia di Catania, la Polizia di Stato ha dato esecuzione ad una ordinanza cautelare nei confronti di 29 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di delitti, tra cui l’esercizio abusivo di attivitĂ  di gioco e scommesse, la truffa aggravata ai danni dello Stato, il riciclaggio, l’intestazione fittizia di beni, nonchĂ© per il connesso reato-fine di truffa ai danni dello Stato in concorso con l’aggravante di cui all’art. 416 bis.1 c.p. per aver svolto una funzione strumentale ed agevolatrice nei confronti dell’associazione per delinquere di stampo mafioso denominata Cappello-Bonaccorsi consentendone, in maniera determinante, l’infiltrazione e la connessa espansione nel settore dei giochi e delle scommesse on line. Nei confronti di 7 ulteriori indagati che sono stati catturati in territorio di Siracusa, a Ribera, nell’agrigentino, a MESSINA, a Gela, in provincia di Caltanissetta, e a Vittoria, nel ragusano, i Giudici per le indagini preliminari territorialmente competenti hanno applicato, su conforme richiesta dei locali uffici di Procura, la misura

Condividi




Change privacy settings