Messina in ritardo, il Bari passeggia al San Filippo

La partita di cartello della prima giornata è senza dubbio quella tra due nobili decadute come Messina e Bari. Oltre duemila presenze al “Franco Scoglio” con la presenza di circa 800 tifosi provenienti dalla Puglia. Il Messina, però, non si dimostra squadra ancora pronta davanti la corazzata di De Laurentis e dopo i primi minuti i giallorossi sembravano prendere la funzione di sparring partner di un Bari che all’inizio gigioneggiava prendendo le contromisure ed il fulcro del gioco, il centrocampo, dopo le rappresaglie iniziali i ragazzi di Cornacchini aspettavano gli avversari colpendoli con veloci contropiedi che trovavano quasi sempre impreparata la difesa del Messina. Dopo aver trovato il vantaggio in una di queste sortite, il Bari rischiava di rimanere in dieci per un doppio fallo da ammonizione dell’under D’Ignazio, ma il direttore di gara decideva di ammonire il difensore barese nella prima occasione e chiudere piĂą di un occhio sul secondo fallo da dietro ai danni di Biondi nella seconda occasione. Nel prosieguo il Bari dilagava mentre la squadra di Mister Infantino perdeva condizione e non arrivava oltre la trequarti avversaria, quindi creando ben poche occasioni da rete. Nel finale, il gol su rigore dell’ex Pozzebon e la sua polemica esultanza verso la curva aizzavano gli animi creando qualche problema a fine partita quando il Bari restava sul terreno di gioco cercando di evitare il lancio di oggetti prevedibile all’uscita dal campo.
La cronaca:  è il Bari a rendersi subito pericoloso ed al 3′ arrivava il contropiede di Floriano che serviva Hamlili piazzato al limite dell’area, il suo tiro andava abbondantemente sopra la traversa. 7′ è del Bari anche il primo angolo, senza esito. 12′ fioccano le occasioni per i galletti bianchi, Aloisi crossa dalla trequarti  per il colpo di testa indisturbato di Simeri che incrocia troppo e manda fuori. 20′ arriva il vantaggio del Bari, Simeri sfugge al proprio marcatore sulla sinistra, gli si fa incontro Cossentino che non chiude sufficientemente e l’attaccante tenta la botta che Ragone respinge con una mano verso la destra verso l’accorrente fForiano che non ha nessuna difficoltĂ  ad infilare in rete. 23′ finalmente il Messina abbozza una reazione con una discesa di Petrilli sulla destra, l’esterno mette verso il centro dove Gambino in ottima posizione manca l’aggancio, sulla ripartenza del Bari è il Messina a rischiare la rete del raddoppio con Simeri che supera un paio d’avversari ma poi cincischia troppo e dil suo tiro diretto verso la porta è ribattuto. 24′ arriva la prima ammonizione che è per il barese Aloisi. 25′ punizione dal vertice per il Messina. batte Genevier, traiettoria pericolosa che non trova la deviazione degli attaccanti giallorossi. 28′ ammonito D’Ignazio che non riesce a contenere Biondi. 30′ Uscita errata di Ragone su un traversone dalla destra, la corta respinta del portiere crea non pochi problemi l Messina che risolve con l’intervento di Cossentino.  Al 35′ D’Ignazio a centrocampo commette una altro brutto fallo da dietro che meriterebbe il secondo giallo ma il signor Di Marco lo perdona troppo frettolosamente e quando i giocatori del Messina aumentano le proteste, il direttore di gara si difende richiamando solo verbalmente il difensore pugliese. 39′ da un errore di Bossa in attacco nasce l’ennesimo contropiede del Bari con tiro dal dischetto che viene smorzato da Cossentino e parato facile da Ragone. 40′ Cornecchini corre ai ripari e mette fuori D’Ignazio sostituendolo con Nannini. 42′ inserimento senza palla di Biondi in area pugliese, ma il giocatore giallorosso sembra essere travolto da dietro prima di poter colpire a rete, l’arbitro dice di continuare. Siamo al recupero quando al 46′ Floriano si porta verso il centro ed al limite dell’area con un colpo di tacco lascia il tiro a Simeri che, da fermo, riesce a trovare l’angolo alto alla sinistra di Ragone che resta fermo al centro della porta. Al 47′ arriva il doppio fischio del direttore di gara che manda le due squadre negli spogliatoi.
Nella ripresa il Messina al 4′ sostituisce Bossa con Carini e Rabbeni con Cocimano ed al 7′ i giallorossi potrebbero accorciare. Punizione conquistata sul vertice destro dell’area pugliese, batte Genevier che colpisce la traversa, sul rimbalzo a terra è Gambino a colpire di testa, ma sempre di testa respinge un difensore sulla linea di porta. 14′ ancora un contropiede del Bari con Simeri che dal limite tenta il tiro a giro, facile la parata di Ragone. 15′ nel Messina fuori un difensore, Cossentino, dentro un centrocampista, Traditi. Genevier sposta la sua area di competenza andando indietro. 20′ ancora il Bari vicino al gol. Angolo di Neglia e Mattera di testa colpisce in pieno il secondo palo, si innesca una mischia in area che vede Russo deviare in angolo un tiro a rete. 25′ alleggerimento del Messina con russo che scende e tenta la botta, abbondantemente fuori. Ancora cambi al 25′ nel Bari entra Bollino ed esce Floriano, il Messina sostituisce Biondi con Cimino. 30′ ennesimo contropiede del Bari con Neglia che arriva al tiro dal limite, para Ragone. Altro campio nel Messina, fuori Barbera per Guehi. 33′ Genevier sbaglia l’intervento di testa e lancia Bollino che entra in area da destra, ma lo stesso centrocampista messinese lo affonda da dietro. Calcio di rigore ed ammonizione per il giallorosso. Batte l’ex Pozzebon, portiere a destra e palla a sinistra. Pozzebon esulta sotto la curva giallorossa. 37′ Traditi sul dischetto ha la palla per il gol della bandiera ma la sua girata al volo viene ribattuta da un difensore. 43′ è Pozzebon il protagonista degli ultimi minuti, prima con una progressine che lo porta al tiro sull’esterno della rete, poi, al 45′ con una sforbiciata che supera Ragone ma si stampa sulla traversa e rientra in campo con i difensori pronti a rinviare. Finisce, così, la gara che sembrava essere l’inizio di una nuova, diversa avventura della squadra giallorossa. Partita che, ad oggi, non lascia rimpianti vista la differente caratura delle squadre in campo, ma questo è solo l’inizio.

Messina-Bari 0-3

Messina: Ragone,  Porcaro,  Cossentino (15’ st Traditi),  Russo, Biondi (25’ st Cimino), 8′ Bossa (4’ st  Carini),  Genevier,  Barbera (32′ st  Guehi),1 Rabbeni (4’ st  Cocimano),  Gambino,  Petrilli. A disp.: Compagno,  Dascoli,  Pizzo,  Ba M’Baye. All. Pietro Infantino.

Bari: 22 Marfella,  D’Ignazio (40’ pt Nannini), Mattera,  Cacioli,  Aloisi,  Hamlili,  Bolzoni (45′ st Feola), Langella, Floriano (25’ st Bollino),9 Simeri (15’ st  Pozzebon),  Neglia (36′ st Di Cesare). A disp.  Siaulys,  Piovanello, Liguori,  Gioria. All. Giovanni Cornacchini.

Arbitro: Davide Di Marco di Ciampino (assistenti Roberto Allocco di Bra e Domenico Castro di Livorno)

Marcatori: 20’ pt Floriano (B), 46’ pt Simeri (B), 33′ st Pozzebon su rigore (B)

Ammoniti: Aloisi e D’Ignazio (B), Russo e Genevier (M)
Angoli: 3 – 5
Recupero 2′ e 5′ 

Condividi




Change privacy settings