Accorinti: “Sui bilanci De Luca gioca con le parole”

La nuova polemica sui bilanci ha spinto l’ex sindaco Renato Accorinti a rispondere a Cateno De Luca.

Sui bilanci e sul riequilibrio di Messina, De Luca gioca con le parole (e, magari, con la cittĂ ). GiĂ  in campagna elettorale aveva detto di non sapere che fare col riequilibrio (diceva di voler chiedere lumi al Ministero, mostrando di non conoscere gli spazi che la legge gli avrebbe offerto come Sindaco di amministrazione entrante). Adesso dice, con una affermazione che appare grave e che meriterebbe interlocutori in altri Palazzi, che i bilanci del Comune sarebbero “non veridici”. Però, allo stesso tempo, dice che gli stessi sono “formalmente corretti” e che per questa ragione i Revisori dei conti hanno apposto i loro pareri favorevoli”. Lo dice l’ex primo cittadino in una nota.

Poi aggiunge: “Giochi di parole. Dove mai esiste una correttezza formale indipendente dalla veridicitĂ  sostanziale quando si parla di bilanci? I Revisori dei conti, poi, hanno proprio il compito istituzionale di certificare la veridicitĂ  delle cifre e dei bilanci. Entrano nei numeri, li verificano, formulano inviti e prescrizioni e i bilanci proposti all’approvazione del Consiglio contengono ogni modifica necessaria ad accogliere le indicazioni dei revisori. Le parole usate da De Luca contengono allusioni. Se ritiene che vi siano irregolaritĂ  o falsi, vada in Procura. Ad ogni modo, senza giochi di parole, l’amministrazione Accorinti è pronta a un confronto pubblico sulla veridicitĂ  e la sostenibilitĂ  dei conti e del riequilibrio finanziario del Comune“.

Condividi




Change privacy settings