Vernice rossa all’hotspot di Bisconte

Bottiglie piene di vernice rossa sono state lanciate contro il centro di accoglienza di Messina e un ex albergo trasformato in struttura che ospita i migranti. E’ avvenuto nella notte, quando ignoti hanno lanciato le bottiglie contro il portone dell’ex caserma dove sono ospitati i migranti della Diciotti: sono 39 dopo i cento trasferiti ieri a Rocca di Papa, e i quattro condotti in carcere con l’accusa di essere gli scafisti.

Il raid e’ proseguito in via I Settembre, nei pressi della stazione ferroviaria con un altro lancio di bottiglie piene di vernice che hanno imbrattato i gradini e il portone dell’ex albergo. Sono stati lasciati anche dei biglietti con messaggi contro le politiche dell’accoglienza. Sull’episodio sta indagando la polizia.

Dall’ex caserma di Bisconte ieri mattina sono partiti, a bordo di due pullman, diretti a Rocca di Papa, i cento migranti che erano sbarcati dalla nave Diciotti ferma per giorni a Catania.

Condividi