Alla fine De Luca chiude solo 27 scuole su 119. Tanto rumore per nulla

Tanto rumore per nulla. Solo 27 scuole sono risultate non in regola con la documentazione su un totale di 119 plessi comunali. Per 47 si profila l’immediata riapertura, per 45 sono state imposte delle limitazioni. Come d’incanto Palazzo Zanca fa marcia indietro e scopre che la situazione non era quella prospettata dal primo cittadino che aveva assunto la drastica decisione di chiudere con apposita ordinanza tutte le scuole di Messina.

Qualcuno, poi, gli ha fatto notare se le scuole erano chiuse e quindi vietato l’ingresso al personale di segretaria mai nessuno avrebbe prodotto la documentazione richiesta. E così nel giro di un due giorni ecco arrivare la prima rettifica ad una decisione che ai piĂą è sembrata assurda.

Prodotta la documentazione richiesta ecco emergere un quadro completamente diverso rispetto a quello che il sindaco Cateno De Luca aveva prospettato “urbi et orbi” sul suo profilo Fb, diventato una sorta di megafono per il primo cittadino. La decisione di chiudere le scuole avrebbe determinato seri problemi per l’inizio dell’anno scolastico tant’è che i dirigenti scolastici sono entrati in fibrillazione non potendo garantire l’inizio delle attivitĂ 

E come d’incanto, questa sera lo stesso sindaco ha reso noto, sempre su Fb l’elenco delle scuole che non sono in regola. Un elenco che si è decisamente ristretto e che annovera la “miseria” di 27 plessi non in regola. Molte scuole non hanno fatto in tempo a fornire la documentazione e siamo certi che entro qualche settimana tutte le scuole di Messina saranno perfettamente in regola. Per buona pace del sindaco Cateno De Luca che aveva iniziato a sproloquiare contro quelli che c’erano prima.

E’ opportuno sottolineare che in alcune scuole vi sono delle criticitĂ  che vanno risolte per garantire la massima sicurezza in primo luogo agli studenti e a tutto il personale.

Condividi




Change privacy settings