Rai. Domani il programma televisivo I dieci comandamenti replica il servizio sul mecenate Antonio Presti

Dopo il grande  successo  del programma  “I dieci comandamenti – La Cura”andato in onda domenica 3 dicembre 2017 in prima serata su Rai 3, domani si  replica alle ore 23.55.
La speciale replica  ripropone il cuore di Antonio Presti che, con la sua “Arte” restituisce la CURA ad una societĂ  contemporanea anestetizzata  nella sua anima. Una storia di dedizione e amore assoluto, quella di Antonio Presti, che ha scelto di andare controcorrente per salvare la sua terra, la sua Sicilia.
“Sono felice per questo “omaggio” ad Antonio Presti ” – dichiara Domenico Iannacone – “un grande. Un servizio sulla bellezza che potrĂ  salvare il mondo”.
Il filo conduttore di questo viaggio unico, esistenziale, umano e profondo, è il racconto attraverso i sentimenti, le passioni, l’impegno di Antonio Presti che ha cercato in tutti i modi non solo di sopravvivere ma anche di ritrovare un’unità con i territori della sua Sicilia e di riportare la bellezza laddove sembra scomparsa. Luoghi fisici e luoghi dell’anima si intersecano e tessono una narrazione intima e profonda del percorso di una vita: dalla storia del parco Fiumara d’arte dai risvolti assurdi al quartiere Librino di Catania che diventa museo a cielo aperto insieme ai suoi abitanti, al museo-albergo Atelier sul mare, unica realtà al mondo dove poter vivere la dimensione umana di essere opera. Tappe del percorso di politica della bellezza che Antonio Presti ha intrapreso da oltre 40 anni.


Un viaggio inedito che Domenico Iannacone compie per scavare nella profondità dell’anima del mecenate Presti.

Con I dieci comandamenti – La Cura si entra all’interno di una storia caratterizzata dda dedizione e amore assoluto, quella di Antonio Presti che ha scelto di andare controcorrente per salvare la sua terra, la sua Sicilia.

“Donare bellezza è un atto eversivo” dichiara il mecenate Presti, un’azione politica che lo ha portato ad andare controcorrente. Amante dell’arte, mecenate, ha richiamato a sĂ© i piĂą grandi artisti internazionali per lasciare un segno tangibile di bellezza lottando contro lo scetticismo e difendendosi da minacce e intimidazioni.

Proteggere l’arte e la bellezza è qualcosa che ognuno  di noi dovrebbe fare perché significa  costruire il proprio futuro.

Condividi




Change privacy settings