Verso il ballottaggio, De Luca: “mai piĂą barriere architettoniche a Salita Rando”

 

Nella logica della politica del fare e soprattutto dando seguito alle dichiarazioni fatte da Cateno De Luca, nella prima parte della campagna elettorale, in data odierna si darĂ  inizio ai lavori per il “superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche della parte finale della Salita Rando”. “Durante il tour nei quartieri della prima fase, – spiegano  Cateno De Luca e l’assessore designato Salvatore Mondello – ci era stata segnalata una criticitĂ  da una mamma che aveva, ed ha, enormi difficoltĂ  a garantire “normalità” al proprio figlio disabile, infatti lo stesso, a causa di una scalinata pubblica, priva di tutti i requisiti previsti dalle normative sulle barriere architettoniche, deve essere portato a braccio per uscire di casa. Tale problematica era stata piĂą e piĂą volte resa nota alle Amministrazioni comunali, infatti giĂ  nel 2002 (sedici anni fa) si parlava di questa criticitĂ : l’uno febbraio 2002 durante la seduta n. 7 della Circoscrizione VII del Comune di Messina è affrontato il problema del “Ripristino scalinata Rando” e durante la seduta si evidenziava, giĂ  sedici anni fa,  “che la suddetta scalinata è utilizzata da numerose famiglie che abitano nella zona e che le disastrate condizioni in cui versa arreca serio nocumento all’incolumitĂ  di chi vi transita” il verbale del consiglio prosegue affermando che “sarebbe opportuno realizzare accanto alla scalinata una rampa con una pavimentazione antisdrucciolo per dare la possibilitĂ  ai portatori di Handicap di percorrerla e realizzare, inoltre, uno scorrimano di ausilio per i numerosi anziani che abitano nella zona” e si conclude proponendo all’Assessore della Infrastrutture Territoriali di farsi carico del ripristino della scalinata Rando e la realizzazione di quanto espresso in narrativa.

–            Il 21 febbraio 2002 gli abitanti della Salita Rando protocollano una petizione al Comune di Messina nella quale rappresentano ancora una volta le difficoltĂ  riguardanti le condizioni di sporcizia, fatiscenza e di scarsa illuminazione della suddetta scalinata e soprattutto le difficoltĂ  di utilizzo per le persone diversamente abili e gli anziani, chiedendo infine al comune un impegno concreto nel “provvedere alla corretta manutenzione della strada, al ripristino dell’illuminazione e all’abbattimento delle barriere architettoniche (…)”Tutto ciò senza che ad oggi si sia avuto alcun riscontro da parte degli organi comunali competenti in materia.

–            Nel 2008, la criticitĂ  è stata oggetto di una puntata del noto programma nazionale “Striscia la Notizia; Poi lo scorso 10 aprile è stato redatto il progetto, a firma dell’architetto Salvatore Mondello, per l’abbattimento delle barriere architettoniche e lo stesso riportava tutti i pareri favorevoli degli Enti/Dipartimenti competenti in un tempo di circa un mese:

Nulla Osta prot. n. 103478 del 20/04/2018 ai fini patrimoniali rilasciato dal Dipartimento Demanio – Patrimonio – Beni Comuni – Espropriazioni del Comune di Messina;

Nulla Osta prot. n. 126250 del 17/05/2018 ai fini viabili rilasciato dal Dipartimento MobilitĂ  Urbana del Comune di Messina;

Nulla Osta prot. n° 115027/sev. 04 del 04/05/2018 Dipartimento Lavori Pubblici del Comune di Messina; Parere tecnico ai sensi delle norme sismiche vigenti prot. n. 122217 del 31/05/2018 rilasciato dall’Ufficio del Genio Civile di Messina;

C.I.L. depositata presso il Dipartimento Attività Edilizie e Repressione dell’Abusivismo prot. n° 147010/2018.Il costo dei lavori, sarà sostenuto totalmente dall’Associazione “Sicilia Vera”, che ha lanciato una pubblica sottoscrizione, il progetto e la Direzione Lavori sono a carico dello studio Mondello.

Condividi




Change privacy settings