Santoro: “Basta con il mantra della Cosap… Si pensi al Turismo”

Lino Santoro è stufo delle chiacchiere che in questi giorni si stannoo sprecate, anche negli inutili confronti promossi alla presenza dei candidati sindaci. Non mancano le stilettate all’indirizzo di Carmelo Picciotto, presidente di Confcommercio, promotore dell’ultimo confronto pubblico alla Camera di Commercio. “Leggo sui giornali che l’unico problema dei commercianti sia solo la Cosap. Non è così, chi paga onestamente la tassa di occupazione del suolo questo problema non ce l’ha. Sì è vero, la tariffa è alta ma se si pensa a offrire qualcosa in piĂą ai croceristi i commercianti ne traggono indiscussi vantaggi e il pagamento della Cosap non è un problema. Poi se vogliamo difendere a tutti i costi chi costituzionalmente non paga le tasse, allora il discorso cambia”.

Lino Santoro, titolare dell’omonimo ritrovo di piazza Cairoli, è delegato dei giovani di Confartigianato e nella sua qualitĂ  si rivolge ai rappresentanti istituzionali, in vista delle amministrative del 10 giugno.

Mi rivolgo al presidente della Camera di Commercio, Ivo Blandina, dal quale mi sarei aspettato dopo quasi un anno dalla sua elezione qualche iniziativa concreta per risollevare le sorti economiche della nostra cittĂ , soprattutto in chiave turistica. Non vi è stata una sola iniziativa che potesse conferire linfa vitale alla nostra categoria. I croceristi che sbarcano nella nostra cittĂ  necessitano di servizi, iniziative di attrazione e di tutto quello che possa essere funzionale ad un soggiorno spensierato nella nostra cittĂ . Ne trarrebbero giovamento soprattutto i commercianti. La Camera di Commercio dovrebbe guidare una cabina di regia sul turismo, visto e considerato che Palazzo Zanca su questo argomento è stata latitante”.

Condividi