Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.messinaoggi.it/home/website/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

M5S sull’accordo Bramanti-De Luca: “Una pantomima sulle spalle della cittĂ ”

Ancora qualche giorno e poi si traccerà una linea, quella definitiva. Poi per il Movimento 5 Stelle arriverà l’ora di tirare le somme, presentando le liste per il consiglio comunale e per tutti e sei i consigli circoscrizionali. Ancora qualche giorno e saranno sciolte le riserve sui candidati alle presidenza della I e II Circoscrizione, mentre i giochi sembrano fatti per gli altri quartieri.

Francesca Mancuso candidata allapresidenza della sesta Circoscrizione

Ormai certe le candidature di Renato Coletta alla presidenza del IV e di Giacinto Santoro al V, mentre nelle ultime ore ha sciolto le riserve Francesca Mancuso. Dottoranda in Chimica Farmaceutica, sarà lei la candidata alla presidenza della VI Circoscrizione. Sulla presidenza della II, invece, fari accesi su Domenico Di Sabato, mentre per la III il nome su cui si ragiona è sempre quello di Alessandro Geraci. A catturare lo scenario politico locale, però, sempre l’accordo Bramanti-De Luca, un patto di non belligeranza bocciato in pieno dal deputato regionale Antonio De Luca: “Siamo davanti ad un’inutile pantomima fatta solo per cercare facile notorietà – ha dichiarato – la cosa triste è che tutto ciò che si sta consumando sulle spalle dei cittadini messinesi che vengono presi in giro per l’ennesima volta. Si tratta di un accordo primo di ogni fondamento e sostanza politica, il fair play ed il rispetto reciproco dovrebbero essere alla base di ogni confronto elettorale tra i vari candidati”.

Gli scenari omani possono condizionare anche quelli locali, ma su eventuali future alleanze De Luca è chiaro: “Noi faremo una campagna elettorale da Movimento 5 Stelle, vale a dire porteremo avanti i nostri valori e le nostre idee. Gli scenari nazionali sono diversi da quelli locali, fino al 10 giugno resteremo fedeli alla nostra linea successivamente potremmo parlare solo ed esclusivamente di programmi”.

Condividi