Stava per lasciare l’Italia dopo aver rapinato un anziano: 48enne di Aci Catena in manette

Era pronto a darsela a gambe levate in Europa, ma il celere intervento degli agenti ha impedito che ciò accadesse, consegnandolo piuttosto alla giustizia. Siamo a Taormina, dove il locale commissariato di Polizia ha ricevuto la segnalazione di un povero anziano: era stato rapinato nel tardo pomeriggio da un uomo, che aveva sottratto alla vittima 4 mila euro circa. Il malfattore si era introdotto nell’abitazione della vittima frantumando una finestra con un corpo contundente utilizzato anche per minacciare l’uomo e farsi consegnare i contanti.

Fondamentale ai fini dell’indagine la visione di un filmato dal quale è stato possibile risalire, tra le altre cose, al mezzo usato dall’indagato per allontanarsi: una Lancia Musa di colore argento metalizzato.

Gli accertamenti sulla targa evidenziavano che l’auto era stata presa a noleggio ad Aci Catena, in provincia di Catania, motivo per cui gli operatori di polizia hanno deciso di effettuare controlli accurati anche in quel comune nella convinzione, rivelatasi poi vincente, di rintracciare autovettura e conducente.

Giovanni Imbarrato, catenoto di 48 anni, è stato fermato giusto all’interno dell’autonoleggio con addosso 435 euro, probabile parziale profitto dell’indebita azione delittuosa ed un appunto manoscritto riportante l’orario di un volo per la Germania. Ulteriori indagini svolte nell’immediatezza accertavano che si era precedentemente recato presso un’agenzia viaggi del luogo per avere informazioni su come poter raggiungere la città di Dortmund chiaro indizio della volontà di lasciare l’Italia.

Condotto presso gli Uffici di Polizia taorminesi, dove frattanto la persona offesa sporgeva formale denuncia, veniva dalla stessa riconosciuto quale autore della rapina perpetrata ai suoi danni. Imbarrato in stato di fermo ha intanto restituito all’anziano la somma di 3510 euro.

Condividi