Mancanza parcheggi, associazione “Le vetrine di via Garibaldi” scalpita per ottenerli

“Abbiamo bisogno di parcheggi e ne abbiamo bisogno subito: non possiamo attendere oltre”. Lanciano un nuovo appello per far sentire la propria voce di fronte all’immobilismo dell’amministrazione Accorinti i commercianti di via Garibaldi, riuniti nell’associazione presieduta da Lillo Valvieri.

Stanchi dei ritardi e della mancanza di risposte concrete da parte dell’assessore ai Trasporti e alla ViabilitĂ , Gaetano Cacciola, in una nota congiunta a firma di Lillo Valvieri, Sebastiano Di Mauro e Giuseppe De Leo – rispettivamente presidente, vicepresidente e segretario dell’associazione “Le vetrine di via Garibaldi” – i commercianti di una delle principali arterie stradali cittadine hanno deciso di protestare realizzando un videomessaggio da diffondere su media locali e social network.

Il presidente Valvieri lamenta un immobilismo inspiegabile dell’amministrazione: “Abbiamo avuto un confronto con l’assessore Cacciola e con il dirigente alla mobilitĂ  urbana, Mario Pizzino, piĂą di un mese fa. Da allora non abbiamo piĂą avuto notizie, nonostante ci fosse stato garantito un piano di fattibilitĂ  riguardante i parcheggi da realizzare in via Garibaldi”.

Nel frattempo, per un contatto costante tra le esigenze dei commercianti e quelle degli abitanti della zona, l’associazione “Le vetrine di via Garibaldi” ha dato vita al gruppo Facebook “Miglioriamo Messina”, che in pochi giorni ha superato il migliaio di iscritti.

“Le nostre attivitĂ  vanno a sgretolarsi – prosegue Valvieri – e si perde sempre piĂą tempo per risposte che dovrebbero essere immediate. Mai abbiamo vissuto un periodo così duro dal punto di vista economico: delle semplici strisce blu possono fare la differenza e regolamentare la situazione dei nostri clienti. Troviamo assurdo che i cittadini non possano fermarsi senza rischiare multe salate nella zona di via Garibaldi che va dal viale Boccetta al viale Giostra”.

In questo periodo di campagna elettorale per le elezioni amministrative del giugno prossimo, l’associazione chiede a tutti i candidati rispetto e attenzione per le centinaia di famiglie che quotidianamente lottano contro le ingiustizie della societĂ , contro la burocrazia e contro un sistema marcio solo per portare il pane a casa e garantire un futuro ai propri figli.

“Non vogliamo promesse da marinai: tutti noi siamo e saremo uniti per portare avanti le nostre attivitĂ  ed i nostri progetti senza lasciarci influenzare dall’immobilismo che regna sovrano in questa cittĂ . La nostra associazione – aggiunge Valvieri – nasce per sottolineare le mancanze di chi dovrebbe adeguatamente gestire la res publica e per ricordare a tutti quali sono i nostri diritti di commercianti e cittadini”.

Tra le lamentele dei commercianti della via anche la mancata potatura degli alberi, l’assenza del servizio di derattizzazione, i marciapiedi in molti punti fatiscenti e senza le modifiche ai passaggi pedonali adeguatamente attrezzati anche per i diversamente abili, come invece accaduto per alcune vie del centro cittĂ .

“Valuteremo progetti fattibili per la cittĂ : chi sposerĂ  i nostri progetti per l’abbellimento della via, con un arredo urbano differente rispetto a quello proposto recentemente nei pressi del Duomo – conclude il presidente dell’associazione – sarĂ  l’artefice di un bene ultimo per tutti i cittadini”.

Condividi