Panificatori contro la Regione, “Le nostre richieste inascoltate”

“Anche questa volta le nostre richieste sono rimaste inascoltate”. Cna, Confartigianato, Casartigiani, Claai e Confesercenti bocciano il decreto, pubblicato ieri sulla Gurs, con cui l’assessore alle Attivita’ produttive ha ridisciplinato l’attivitĂ  di panificazione in Sicilia, prevedendo lo stop alla panificazione per due domeniche al mese.

“Sarebbe il caso di dire come prima peggio di prima – sottolineano le cinque organizzazioni datoriali – riferendosi al revocato decreto voluto da Mariella Lo Bello, durato pochi mesi. Profili di illegittimitĂ  e passaggi anomali e incongruenti presentava quello emanato durante il governo Crocetta, altrettanti nei contempla l’attuale. Violano espressamente la direttiva Bolkestein il cui obiettivo e’ quello di favorire la libera circolazione dei servizi e l’abbattimento delle barriere tra i paesi, e violano nettamente la volontĂ  della maggior parte dei panificatori senza risolve il problema principalmente avvertito dalla categoria, cioè quello di favorire, in occasione della chiusura obbligatoria della prima e della terza domenica di ogni mese, la grande distribuzione organizzata”

Condividi




Change privacy settings