Asp: tempi biblici e file interminabili, Mandalari sotto pressione per gli ausili

Asp: sarĂ  il diminutivo di aspetta? A giudicare dai tempi sì, in realtĂ  è l’acronimo di Azienda sanitaria provinciale. Chiunque si imbatte, sono dolori e poco importa se il povero cittadino messinese si reca in via del Vespro, a Pistunina o al Mandalari sul viale Giostra.

Basta telefonare al centralino per capire che aria tira, in ogni caso si aspetta. A volte invano, visto che l’interno chiamato non risponde o se va bene alza la cornetta la persona sbagliata, pronta ad indirizzarti ad un altro recapito telefonico senza però raggiungere il medico o l’addetto al servizio desiderato. Aspetta e spera anche al Mandalari, dove le file per prendere gli ausili per anziani  disabili diventano insostenibili. Tempi biblici, così l’utente è spesso costretto a tornarsene a casa senza il materiale richiesto.

Una situazione insostenibile segnalata da piĂą cittadini che si sono rivolti alla nostra redazione per denunciare l’accaduto. Anche noi abbiamo telefonato per cercare di capirne di piĂą e dopo oltre 2 ore di prove e tentativi abbiamo avuto la risposta desiderata e per certi versi imbarazzante: “Siamo esasperati piĂą degli utenti – ha detto un addetto che ha voluto mantenere l’anonimato, copriamo una vasta zona, le richieste aumentano sempre di piĂą ed il personale diminuisce”. In poche parole, i tagli alla sanitĂ  stanno “spremendo” anche i dipendenti rimasti, costretti ad un surplus di lavoro per fronteggiare la richiesta sempre crescente.

Per fortuna – aggiungiamo noi – alcuni ausili saranno forniti direttamente dalle farmacie, la speranza è che si possa alleggerire la pressione su un distretto, quello del Mandalari, ormai allo stremo.

Condividi




Change privacy settings