“La veritĂ  sul processo Andreotti”: libro di Lo Forte

E’ uscito in libreria “La verita’ sul processo Andreotti”, di Gian Carlo Caselli, e Guido Lo Forte. I due – il primo e’ stato giudice istruttore a Torino e ha guidato la procura della Repubblica a Palermo mentre Guido Lo Forte, pubblico ministero a Palermo prima come sostituto e poi come procuratore aggiunto e, a Messina, come procuratore capo – in questo volume edito da Laterza, tornano sull’assoluzione dell’accusa di associazione con Cosa Nostra a Giulio Andreotti. “Assolto! Assolto! Assolto” – si legge – parole urlate a piena gola da un avvocato in toga raggiante di felicita’ era Giulia Bongiorno, nell’atto di comunicare al suo cliente l’esito del processo…a onore del vero il triplice urlo assolto non combaciava con la parte essenziale del dispositivo della sentenza che il presidente della Corte di Appello di Palermo aveva letto pochi attimi prima, un dispositivo semplice e breve di sole otto righe che testualmente dichiarava commesso fino alla primavera del 1980 il reato ascritto all’imputato ma estinto per prescrizione. Non per altra causa men che mai per assoluzione”. “La verita’ – scrivono gli autori – e’ stata letteralmente fatta a brandelli e proprio da un’esigenza di verita’ nasce l’idea di questo libro sul processo Andreotti, avviato dalla Procura di Palermo nel marzo 1993 e conclusosi il 15 ottobre 2004 con la definitiva sentenza della Cassazione, per anni al centro di furibonde e fragorose polemiche politico-mediatiche. Anche a distanza di oltre 10 anni dalla fine dell’iter giudiziario e a 5 dalla morte dell’imputato, riteniamo utile ricostruire le tappe di una vicenda che, al di la’ delle risultanze processuali e delle singole responsabilita’ penali, permette di comprendere alcuni aspetti essenziali della storia recente del nostro paese”.

Condividi




Change privacy settings