Tentò di bruciare la fidanzata, condannato a 12 anni

Il Gup di Messina Salvatore Mastroeni ha condannato a 12 anni Alessio Mantineo, l’uomo accusato di avere ustionato, lanciando benzina e appiccando il fuoco, la ex fidanzata Ylenia Bonavera, la notte tra il 7 e l’8 gennaio di un anno fa, a Messina. Il pubblico ministero Antonio Carchietti aveva chiesto la condanna a 10 anni contestando il tentato omicidio nel giudizio abbreviato. La ragazza ha sempre difeso Alessio sostenendo che quella notte era stata aggredita da uno sconosciuto a cui aveva aperto la porta del suo appartamento al rione di Bordonaro.

A incastrare Alessio Mantineo erano stati il video di una stazione di servizio della zona sud di Messina e gli accertamenti della squadra mobile. La telecamera del sistema di sorveglianza quella notte lo ha ripreso alla cassa mentre acquistava delle sigarette e si faceva dare una bottiglia di plastica vuota pagando un euro di benzina. La difesa ha sostenuto che quella benzina serviva per il motorino rimasto a secco.

Condividi




Change privacy settings