Pascoli-Crispi, scuola chiusa attesa dei nuovi interventi di pulizia

Nuovo sopralluogo, questa mattina, nei locali della scuola elementare Pascoli-Crispi, dopo il rinvenimento di polveri nel primo piano dell’immobile che ha portato molti genitori a prelevare anzitempo i propri figli nella giornata di ieri. E’ passato più di un mese dall’incendio della fotocopiatrice, gli interventi eseguiti da una ditta privata non si sono rivelati risolutivi.

Ieri si è preso atto della soluzione, oggi c’è stato un altro sopralluogo effettuato dall’assessore alle Politiche Scolastiche, Federico Alagna e l’Asp che ha emesso la propria relazione. Un documento in cui si chiarisce la necessità di effettuare degli interventi di bonifica e pulizia del primo piano e  di una parte del pianterreno, senza però specificare la portata degli interventi da eseguire. Dal canto suo, l’Asp, consiglia alla dirigente scolastica, Giusi Broccio, di effettuare lo spostamento degli alunni delle classi interessate in un altro plesso, esattamente come accaduto prima delle feste di Natale. In altre parole la scuola tornerà a chiudere i battenti.

La preside si è già messa in contatto con altri istituti scolastici, così i piccoli alunni dovrebbero essere ospitati dalla Boer e dalla Juvara. Intanto però, l’assessore Alagna chiarisce: “Il nostro obiettivo principale è e resta rendere gli ambienti della scuola salubri e non nocivi per i bambini. Alla fine chiederò a tutti gli attori di questa vicenda un’accurata relazione, se saranno riscontrate delle responsabilità allora agiremo di conseguenza”.

Condividi




Change privacy settings