Musumeci: “Regione indebitata, sui conti ci troviamo in un terreno minato”

“Abbiamo trovato una Regione con un disavanzo di 5 miliardi e 900 milioni di euro e un indebitamento di 8 miliardi e 35 milioni di euro, questo è lo stato di salute dell’Ente regionale”. Lo ha detto il Governatore siciliano Nello Musumeci, incontrando la stampa per un’operazione veritĂ  sui conti della Regione. “Si è andati avanti alla giornata nella passata legislatura. Sui conti della Regione ci muoviamo su un terreno minato, mi risulta che alcuni beni immobili non sono stati neppure accatastati, non sono stati neppure individuati gli obiettivi programmatici finalizzati a ridurre il debito pubblico”.

Musumeci tende la mano al Governo nazionale. “Abbiamo trovato nel Governo nazionale un interlocutore attento e disponibile”, anche nel rivedere gli accordi finanziari sottoscritti nel 2014, e sui vincoli, ottenendo una proroga al 31 marzo 2018 riguardo alle sanzioni legate alla mancata presentazione del consuntivo 2016. La negoziazione con lo Stato – ha assicurato il governatore – proseguirĂ  nelle prossime settimane.

Certamente, prenderemo ogni iniziativa per contrarre la spesa pubblica, eliminare gli sprechi e rendere piĂą trasparenti i conti, lavoreremo per il risanamento dell’ente e perchĂ© siano aumentati gli interventi per la crescita e lo sviluppo del territorio. Il contenimento dev’essere abbinato ad una manovra di crescita per fare ripartire una economia stagnante”.

Condividi




Change privacy settings